Tabellino della partita

07/08/2005, ore 20:30 - Monza, stadio Brianteo
Coppa Italia 2005/2006 - Primo turno
Monza 1Lecce 1
5 - 3 dopo calci di rigore
Righi
Campi
Giaretta
Zaffaroni
Barjie
Scazzola
Tricarico
Menassi
Espinal
Pontarollo
Bertolini
Sicignano
Polenghi
Diamoutene
Stovini
Rullo
Marianini
Ledesma
Eremenko
Camorani
Konan
Pinardi
Allenatore:
Sonzogni
Allenatore:
Gregucci
Sostituzioni:
Egbedi per Menassi (54')
Santos per Barjie (71')
Federici per Pontarollo (79')
Sostituzioni:
Valdes per Eremenko (59')
Pell per Konan (76')
Diarra per Pinardi (97')
Reti:

Federici [rig.] (86')
Reti:
Marianini (31')

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Federici
ammonizione Espinal
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Valdes
ammonizione Camorani
ammonizione Ledesma
ammonizione Pinardi
ammonizione Sicignano
Calci di rigore:

Rigore trasformato Scazzola
Rigore trasformato Bertolini
Rigore trasformato Tricarico
Rigore trasformato Federici
Calci di rigore:
Rigore trasformato Ledesma
Rigore fallito Camorani
Rigore trasformato Diamoutene
Rigore fallito Pell
Arbitro: De Marco di Chiavari
Note:
Cronaca:
Il 4-3-2-1 di Gregucci, con Camorani e Pinardi alle spalle di Konan, opposto al prudente 4-5-1 di Sonzogni. Il Monza, formazione di serie C2 in attesa di un possibile ripescaggio in C1, ha voglia di farsi vedere, e gi al 6' Scazzola impensierisce Sicignano con un insidioso tiro-cross; poi il Lecce inizia a controllare il gioco e a creare qualche pericolo dalle parti di Righi. All'8' gol annullato a Pinardi che devia con un braccio un cross di Marianini. E' Konan il pi pericoloso del Lecce: l'ivoriano ha due buone occasioni intorno al 15', e dal suo piede nasce anche il gol giallorosso. Al 29' Konan, ben imbeccato da Ledesma, colpisce il palo con un tiro poderoso; il pi lesto di tutti Marianini che si avventa sulla palla e insacca a porta vuota.
Il resto del primo tempo e la ripresa scorrono via senza grandi emozioni: il Lecce si rende ancora pericoloso con Konan e Valdes, ma i giallorossi pi che a chiudere la gara sembrano intenzionati a provare gli schemi di Gregucci. La partita si decide con l'ingresso della seconda punta briantea, Federici: lui a presentarsi in area su un velo di Bertolini e a subire il fallo da rigore di Sicignano (per un'uscita in netto ritardo, un problema ricorrente dell'altrimenti ottimo portiere leccese). Lo stesso Federici trasforma (per due volte, visto che l'arbitro comanda la ripetizione della prima battuta dal dischetto) e porta l'incontro ai supplementari.
Nel tempo addizionale il Lecce accusa un calo fisico e il Monza si fa pericoloso per due volte, con Egbedi e Federici, ma stavolta Sicignano si dimostra provvidenziale.
L'epilogo ai calci di rigore: per il Lecce sbagliano Camorani (parata di Righi) e Pell (che calcia fuori), mentre per il Monza vanno tutti a segno; a siglare il rigore decisivo ancora il match-winner Federici.