La stagione 1983/1984 Serie B

Serve una sterzata, ormai i tifosi leccesi sono stanchi di stagioni grigie, con lo spettro della retrocessione in C fino all'ultima giornata. Viene allora chiamato dal Varese, dove aveva fatto bene l'anno prima, Eugenio Fascetti: un allenatore dalle idee innovative il cui modulo Ŕ quello del "caos organizzato", e che fa preparare i giocatori da una nuova figura di tecnico, il preparatore atletico. Come rinforzo arrivano i portieri Pionetti e Negretti, i fratelli Stefano (chi non ricorda lo slogan della curva nord "picchia Stefano"?) e Alberto Di Chiara, i centrocampisti Giorgio Enzo e Carmelo Bagnato (dal Bari, con la specialitÓ nel tirare le punizioni), le punte Loriano Cipriani e Ricardo Paciocco. E' l'anno del maledetto incidente che porta via due bandiere giallorosse, Michele Lorusso e Ciro Pezzella. La FIGC permette al Lecce di acquistare i due difensori Ezio Rossi e Rodolfo Vanoli fuori dal periodo di mercato. Con un campionato in crescendo arriviamo a tiro della terza piazza (occupata dalla Cremonese): il Lecce si gioca tutto a Padova dove, forse per inesperienza, perde con un sonoro 5-0. Comunque Ŕ un ottimo quarto posto.

Rosa: calciatori e allenatore
Campionato: calendario, classifica e tabellini delle partite
Coppa Italia: le partite di Coppa
Marcatori: i realizzatori in campionato e in coppa
Cartellini: ammonizioni ed espulsioni in campionato e in coppa