La stagione 1997/1998 Serie A

Dopo la promozione comincia la diaspora: Ventura abbandona, sostituito da un giovane allenatore rampante, Cesare Prandelli. Insieme all'allenatore vanno via Francioso, Palmieri, Bachini, Baglieri, Centurioni, Cucciari, De Patre, Mazzeo, Servidei, Zanoncelli, insomma, la dorsale di questa squadra. Non mancano quest'anno le "meteore" Parente, Hatz, Martinez, Di Chio. Nella prima d'andata, a Torino contro la Juventus, il Lecce resiste bene fino all'84, quando Inzaghi riesce a segnare. Al 93 segna anche Conte, ex giocatore leccese, dopo un lungo infortunio, esultando, a parere di molti tifosi leccesi, esageratamente. Alla quinta giornata d'andata bruttissima sconfitta casalinga contro il Bari: Annoni, con un passaggio scriteriato, lancia Ventola che viene atterrato da Lorieri: Ingesson trasforma per l'1-0 finale. Alla sesta giornata vittoria a Milano contro il Milan per 2-1 (gol leccesi di Govedarica e Casale su rigore, con un altro rigore sbagliato da Palmieri). Alla fine del girone d'andata Prandelli viene sostituito da Pereni, a sua volta sostituito dopo due settimane da Nedo Sonetti. Alla fine penultimi a 10 punti dalla zona salvezza.

Rosa: calciatori e allenatore
Campionato: calendario, classifica e tabellini delle partite
Coppa Italia: le partite di Coppa
Marcatori: i realizzatori in campionato e in coppa
Cartellini: ammonizioni ed espulsioni in campionato e in coppa


Campionato Primavera: calendario, classifica e tabellini delle partite
Coppa Italia Primavera: le partite di Coppa