La stagione 1975/1976 Serie C

Costituita la S.p.A., presieduta da Rollo. L'allenatore Chiricallo: una mezza rivoluzione porta a Lecce il portiere Iacoboni, il libero Mayer e lo stopper Bertuolo, i centrocampisti Cannito (dal Barletta), Fatta, Mambrin, Fava (il faro del centrocampo), gli attaccanti Picat Re e Beccati. Dopo sei giornate, avendo in carniere solo 4 punti (una vittoria e due pareggi), Chiricallo viene sostituito da Mimino Renna, che fa arrivare a Lecce Loddi (dalla Lazio), il portiere Di Carlo, il mediano Giannattasio e il tornante Ciardella. La coppia Montenegro (21 gol) Loddi (14) ci porta a recuperare posizioni su posizioni. Alla terzultima partita il Lecce vince con il Siracusa, mentre il Benevento, nostro antagonista, perde, ironia della sorte, a Bari. La matematica sicurezza arriva alla giornata successiva, quando il Lecce pareggia a Messina, mentre il Benevento perde ancora a Cosenza. Ininfluente la partita finale contro il Sorrento, giocata davanti a un pubblico "oceanico", tanto che si devono aprire i cancelli e fare entrare i tifosi sul campo, a contornare il rettangolo di gioco.

Lecce 1975/1976Rosa: calciatori e allenatore
Campionato: calendario, classifica e tabellini delle partite
Marcatori: i realizzatori in campionato e in coppa
Cartellini: ammonizioni ed espulsioni in campionato e in coppa

Coppa Italia di serie C: le partite di Coppa di serie C
Amichevoli: le partite di preparazione