Rispondi a questo messaggio:

Riflettevo sulla grande e diffusa partecipazione emotiva della gente alla sfortunata vicenda del povero Astori. Certo, era nel giro della nazionale, aveva militato in squadre importanti ma, ascoltando la voce della gente, Ŕ stata la sua professionalitÓ, la sua correttezza, la sua serietÓ, la sua semplicita? a rendere ancor pi¨ triste una vicenda di per se? gia? tragica. Astori era uno di quei giocatori che, proprio per la loro normalita?, sono cosi? diversi dallo stereotipo del calciatore di oggi, un ragazzo spesso viziato ed immaturo. E allora penso che nel nostro Lecce i giocatori ?alla Astori? sono di gran lunga la maggioranza, magari non dei campioni, ma professionisti seri ed affidabili, dei bravi ragazzi. Insomma per fortuna e? passato il tempo dei bimbi minchia alla chicchirico? o di vecchie icone piu? concentrate sulla loro storia che sul futuro della squadra. Anche per questo sono confidente sul risultato finale in questo campionato. Forza ragazzi, Forza Lecce

capufriska64®