Tabellino della partita

26/01/2008, ore 16:00 - Lecce, stadio Via del Mare
22° giornata del Campionato di Serie B 2007/2008
Lecce 3Frosinone 0
Benussi
Schiavi
Fabiano
Cottafava
Angelo
Munari
Zanchetta
Ardito
Ariatti
Abbruscato
Tiribocchi
Sicignano
Pagani
Scarlato
Bocchetti S.
Ischia
Lucenti
D'Antoni
Bocchetti A.
Lodi
Margiotta
Evacuo
Allenatore:
Papadopulo
Allenatore:
Cavasin
Sostituzioni:
Valdes per Abbruscato (64')
Vives per Zanchetta (74')
Giuliatto per Schiavi (83')
Sostituzioni:
Martini per Evacuo (63')
Eder per Pagani (78')
Reti:
Fabiano (20') video
Zanchetta (47') video
Ariatti (85') video
Reti:



Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Munari
ammonizione Schiavi
ammonizione Benussi
ammonizione Ardito
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Ischia
ammonizione Bocchetti A.
ammonizione Pagani
Arbitro: Romeo di Verona
Note:
Spettatori: circa 6.000; minuti di recupero: p.t. 1, s.t. 1; corner: 5-1;
Squalificati: Cariello e Amerini (F);
Cronaca:
Non era certo in terra appula che il Frosinone poteva sperare di muovere la sua classifica che rimane comunque discreta per le sue ambizioni, ma contro un Lecce tonico e concreto c’è stato davvero poco da fare. I gialloblù di Cavasin, la cui posizione comincia ora seriamente a traballare, hanno cercato di tenere testa ad un avversario apparso sin da subito ben amalgamato in ogni reparto e per l’ex di turno Vincenzo Sicignano il pomeriggio sul green del Via del Mare è stato subito di passione.
Al primo affondo il Lecce sblocca la contesa ed è frutto di uno stacco di testa preciso e fulmineo di Fabiano dagli sviluppi di un corner di Zanchetta a freddare l’estremo difensore ciociaro, rimasto immobile nell’occasione ex aequo con il pacchetto arretrato (19’). Il 3-4-3 del tecnico trevigiano, anch’egli ex di turno nell’occasione, con Margiotta ed Evacuo supportati da Lodi non trova mai spunti concreti ed i minuti scorrono via senza costrutto, con le due punte totalmente avulse dal gioco ed il golden boy oggetto del desiderio del Napoli anch’egli in scarsa vena ma anche poco surrogato dai compagni del centrocampo.
Ed infatti è ancora l’undici salentino a tenere in mano il pallino della contesa e solo un intervento di Sicignano difettoso su una sventola di Abbruscato poi salvato successivamente in corner (33’) ed una mancata presa sicura a porta sguarnita di Munari (35’) fanno si che la prima frazione di gioco non veda il punteggio arrotondato numericamente per la squadra di Beppe Papadopulo.
Ancora il numero uno gialloblù si supera al 40’ in due tempi su una rasoiata di Abbruscato e quindi è graziato al 43’ su una zuccata di Schiavi che rasenta il montante di un amen.
Nella ripresa la gara si chiude immediatamente ed è un calcio piazzato alla Maradona di Zanchetta a freddare Siciginano all’incrocio dei pali, una rete da cineteca degna del prezzo del biglietto.
Qui esce però un pizzico di orgoglio del Frosinone che cerca di riaprire la partita ed è Lodi a timbrare l’incrocio dei pali con una sassata da circa 30 metri, quindi Lucenti trova Margiotta libero che però di testa spedisce in curva nord e qui si chiudono le trasmissioni col terzo sigillo leccese che giunge dopo una azione corale di stile zemaniano con Valdes-Tiribocchi ed Ariatti che a porta sguarnita fa centro comodamente. In casa frusinate clima nonostante tutto tranquillo, coi trenta tifosi assiepati in curva sud che hanno applaudito Evacuo e compagni a fine gara, la serenità, di questi tempi, è sempre merce rara.
Fonte: Guglielmo De Feis - "Il Messaggero" (27/1/08)