Tabellino della partita

21/03/2015, ore 16:00 - Lecce, stadio Via del Mare
31° giornata del Campionato di Serie C1 2014/2015
Lecce 3Aversana 0
Caglioni
Beduschi
Diniz
Abruzzese
Di Chiara
Salvi
Papini
Herrera
Lepore
Moscardelli
Gustavo
Lagomarsini
Balzano
Amelio
Geroni
Magliocchetti
Esposito
Mangiacasale
Catinali
De Vena
Mosciaro
Capua
Allenatore:
Bollini
Allenatore:
Marra
Sostituzioni:
Doumbia per Gustavo (69')
Mannini per Herrera (73')
Miccoli per Moscardelli (85')
Sostituzioni:
De Luca per Capua (46')
Sassano per Mosciaro (46')
Giannusa per Catinali (71')
Reti:
Moscardelli (13') video
Moscardelli (44') video
Gustavo (58') video
Reti:



Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Di Chiara (17')
ammonizione Papini (46' p.t.)
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Catinali (38')
ammonizione De Luca (82')
Arbitro: Mainardi di Bergamo
Note:
Cronaca:
"[...] I padroni di casa partono in quarta, bersagliando sin da subito la porta degli avversari con tiri dalla distanza. Ci prova prima Lepore, poi Herrera. In entrambi i casi la conclusione è imprecisa. Pochi minuti più tardi Lepore ci riprova dai 20 metri. Stavolta la mira è perfetta, ma il giocatore salentino deve fare i conti con la reattività di Lagomarsini. Al 10′ arriva la reazione dell’Aversa con Mosciaro che cerca il diagonale da fuori area, mettendo i brividi al portiere avversario, Caglioni. La partita è piacevole e le squadre si affrontano a viso aperto, ma nel complesso la bilancia pende a favore del Lecce. E difatti al 12′ i giallorossi trovano il vantaggio con una bella conclusione di Moscardelli che, dal limite dell’area, supera Lagomarsini. L’attaccante del Lecce non segnava su azione dallo scorso 31 gennaio. Gli ospiti provano a rispondere con Mosciaro che però, lanciato da De Vena in profondità, invece di concludere verso la porta, cerca un improbabile assist a centro area, facendo sfumare l’azione. Ma ogni qual volta il Lecce si porta in avanti mette sottosopra la difesa di Marra. Al 20′, al termine di una bella azione, Herrera tira a botta sicura, scheggiando il palo. Al 27′ è il turno di Moscardelli che chiama in causa il portiere ospite con un deviazione dal limite dell’area piccola su cross di Lepore. Lagomarsini devia d’istinto. L’ex centravanti del Chievo gioca sulle ali dell’entusiasmo e lo dimostra al 34′ quando cerca il pallonetto da centrocampo mancando la porta di un metro scarso. In finale di prima frazione cerca gloria anche Salvi con un bel mancino da fuori che esce di poco al lato della porta granata. Proprio all’ultimo minuto del primo tempo il Lecce raddoppia. E’ ancora Salvi a provare la botta dalla distanza, con Lagomarsini che para ma non trattiene. Sulla respinta il più lesto è Moscardelli che fa 2-0.
Alla ripresa del gioco l’Aversa Normanna si presenta in campo con Sassano e De Luca. A fargli posto Mosciaro e Capua. Col nuovo assetto la spinta degli ospiti in effetti cresce, ma risulta piuttosto improvvisata e povera di occasioni limpide. Al 52′, al termine di un’azione rocambolesca in area salentina, De Vena finisce a terra e reclama il calcio di rigore, ma il direttore di gara lascia proseguire. Il Lecce lascia sfogare gli avversari e prova ad approfittare dei tanti spazi lasciati liberi dai granata. Al 57′ i padroni di casa calano il tris. Il merito è di Gustavo, che, servito in area da Salvi, supera Lagomarsini in uscita. Il terzo gol subito spegne le velleità dell’Aversa Normanna, che soccombe sotto i colpi del solito Moscardelli e di Gustavo, a cui Lagomarsini si oppone con caparbietà. Marra prova a scuotere i suoi inserendo anche Giannusa per Catinali e i granata spingono alla ricerca del gol della bandiera. Ancora una volta le trame di gioco degli aversani si perdono negli ultimi metri, al momento dell’imbucata decisiva. I padroni di casa si chiudono e soffrono, cercando di gestire il vantaggio al meglio. All’ 80′ Balzano fornisce l’ennesima prova della giornata negativa della retroguardia ospite servendo involontariamente Moscardelli che conclude di prima intenzione centrando il palo alla destra di Lagomarsini. A tempo scaduto Giannusa dona uno scatto d’orgoglio ai suoi. Su calcio di punizione dal limite dell’area, il centrocampista granata centra in pieno l’incrocio dei pali. E’ l’ultima emozione del match [...]" (http://lasentinellaonline.it)