Scheda del calciatore

Tommaso BISANTI
Ruolo: attaccante
Nato il 05/03/1912
a Lecce (ITA)
 

StagioneSquadraSeriePres.RetiNote
1936/1937LecceC70 
1931/1932LecceB90 
1930/1931LecceB20 
1936/1937Serie CLecce - Cerignola3-1      
1936/1937Serie CSalernitana - Lecce1-1      
1936/1937Serie CMolfetta - Lecce2-2gol      
1936/1937Serie CBenevento - Lecce3-0      
1936/1937Serie CLecce - Civitavecchiese1-2      
1936/1937Serie CLecce - Mater Roma1-1      
1936/1937Serie CFoggia - Lecce4-0      
1931/1932Serie BPalermo - Lecce3-1      
1931/1932Serie BParma - Lecce0-0      
1931/1932Serie BVigevanesi - Lecce3-0      
1931/1932Serie BLivorno - Lecce4-0      
1931/1932Serie BComense - Lecce2-0      
1931/1932Serie BNovara - Lecce0-0      
1931/1932Serie BLecce - Vigevanesi2-1      
1931/1932Serie BAtalanta - Lecce2-0      
1930/1931Serie BHellas Verona - Lecce3-0      
1930/1931Serie BMonfalconese C.N.T. - Lecce2-0      
Note biografiche, commenti, curiositÓ
Cresciuto nel Lecce, esordý in prima squadra il 5 aprile 1931 in Monfalcone-Lecce 2-0. Nel 1932, dopo il fallimento dell'US Lecce, gioc˛ nel Vittoria che partecipava alla II divisione nazionale. Nel 1936/37 ritorn˛ a giocare nel Lecce nel campionato di Serie C. In totale (considerando anche il Vittoria) prese parte a 32 incontri segnando 11 reti. (tratto da gruppo Facebook "Lecce Amarcord") Morý il 19 dicembre 1942 e gli fu intitolato un campo sportivo:" il 4 ottobre 1953 (domenica), alle ore 9,30, era stato inaugurato il campo sportivo "Tommaso Bisanti" sorto sulla via Leuca, rione Castromediano (feudo di Cavallino), realizzato dalla FIGC ad uso esclusivo del settore giovanile. E' dedicato all'ex giocatore del Lecce Tommaso Bisanti, nato il 5 marzo 1912 a Lecce e deceduto durante la guerra, nella Campagna di Russia, col grado di sergente, a Nazaroff, lungo il fiume Don, il 19 dicembre 1942. La <> Ŕ la sorella del giocatore, la signora Annunziata Bisanti. All'inaugurazione oltre al Presidente della FIGC, l'Ing. Ottorino Barassi, sono presenti varie autoritÓ sportive della regione, autoritÓ civili, militari e religiose della provincia". (da "Il primo secolo di calcio a Lecce" di Vittorio Renna)