Tabellino della partita

18/08/2002, ore 20:45 - Pescara, stadio Adriatico
1° giornata di Coppa Italia 2002/2003
Pescara 1Lecce 1
Santarelli
Rossi
Sbrizzo
Micolucci
Lo Nero
Di Fabio
Antonaccio
Bellè
Palladini
Biancone
Cecchini
Frezzolini
Balleri
Silvestri
Savino
Abruzzese
Superbi
Piangerelli
Vugrinec
Giacomazzi
Chevanton
Cimirotic
Allenatore:
-
Allenatore:
Rossi
Sostituzioni:
Giampaolo per Biancone (52')
Croce per Bellè (66')
Mastracchio per Antonaccio (82')
Sostituzioni:
Konan per Giacomazzi (42')
Vucinic per Cimirotic (58')
Bovo per Balleri (87')
Reti:

Cecchini (88') video
Reti:
Chevanton (65') video

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Antonaccio
ammonizione Sbrizzo
ammonizione Croce
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Piangerelli
ammonizione Balleri
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Note:
Cronaca:
Inizio di gara equilibrato anche se povero dal punto di vista tecnico. Partita con molti interventi scorretti anche se non cattivi: il primo giocatore a subire il giallo dal bravo Rizzoli di Bologna è il biancoazzurro Antonaccio per un fallo su Vugrinec. Al 30' la prima azione degna di nota del match: Giacomazzi fa partire uno spettacoloso mezzo-pallonetto che Santarelli mette faticosamente in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina c'è un colpo di testa di Abruzzese che termina però alto sulla traversa. Al 35' Cimirotic prova un numero ma viene chiuso in corner da Palladini. Al 36' calcio d'angolo di Chevanton e gran colpo di testa di Giacomazzi con palla di pochissimo fuori bersaglio. Al 42' duro scontro fra Giacomazzi e Sbrizzo con l'uruguagio che riporta la peggio ed è costretto a lasciare anzitempo il campo: al suo posto dentro l'aitante Konan. La ripresa del match risulta più scoppiettante sin dalle prime battute. Al 49' una punizione-cross di Bellè viene messa in corner da Balleri. La partita è vera ed anche rude: dopo Giacomazzi anche il pescarese Biancone è costretto ad uscire in seguito ad uno scontro con Frezzolini. Dal 61' poi il Lecce sale in cattedra: prima Vugrinec scodella in area un pallone insidiosissimo deviato in corner da Antonaccio, poi, al 65', Vucinic parte sulla sinistra e serve Konan che mette sulla testa del lestissimo Chevanton la palla del vantaggio giallorosso. Il Pescara accusa il colpo ma, al 66', Chevanton, invece di passare al meglio piazzato Vucinic, preferisce l'azione personale facendo sfumare la ghiotta opportunità per il doppio vantaggio. Gli abruzzesi si fanno vivi al 70': cross di Croce per Giampaolo che tocca al volo verso la porta ma Frezzolini para. Un minuto dopo Vugrinec ha sul destro (il suo piede preferito) la palla per chiudere il match, ma, sottomisura, grazia clamorosamente l'incredulo estremo difensore biancoazzurro. Al 74' punizione da trenta metri di Antonaccio con palla che sibila di pochissimo a lato della porta salentina. All'81' punizione di Palladini dalla destra con colpo di testa di Giampaolo che mette però la palla sul fondo. La pressione della squadra di Ivo Iaconi porta comunque i suoi frutti all'88' quando, sugli sviluppi di una punizione-cross di Nicolucci dalla sinistra, Cecchini segna casualmente di testa il gol del pareggio grazie soprattutto ad un'improvvida uscita di Giorgio Frezzolini. Finisce 1-1 tra Pescara a Lecce con l'Ancona - ospite domenica pomeriggio a Nardò - che guadagna così la testa del girone avendo battutto per 3-0 l'Ascoli (doppietta di Ganz e Montervino su rigore).