Tabellino della partita

22/01/2006, ore 15:00 - Ascoli Piceno, stadio C. e L. Del Duca
21° giornata del Campionato di Serie A 2005/2006
Ascoli 2Lecce 0
Coppola
Comotto
Domizzi
Paci
Del Grosso
Foggia
Guana
Parola
Fini
Bjelanovic
Ferrante
Benussi
Polenghi
Pecorari
Stovini
Rullo
Cassetti
Giorgino
Delvecchio
Angelo
Vucinic
Cozzolino
Allenatore:
Giampaolo
Allenatore:
Baldini
Sostituzioni:
Tosto per Ferrante (64')
Cariello per Foggia (80')
Quagliarella per Bjelanovic (89')
Sostituzioni:
Saudati per Giorgino (46')
Camorani per Angelo (57')
Eremenko per Rullo (68')
Reti:
Ferrante (5') video
Bjelanovic (36') video
Reti:


Ammonizioni ed espulsioni:
2° ammonizione Del Grosso (63')
ammonizione Foggia
ammonizione Domizzi
ammonizione Del Grosso
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Camorani
ammonizione Eremenko
ammonizione Saudati
Arbitro: Messina di Bergamo
Note:
Durante il secondo tempo l'arbitro ha espulso dal terreno di gioco il Team Manager del Lecce, Mario Zanotti.
Cronaca:
Ascoli subito in partita. Al 4’ Ferrante mette in mezzo per Bjelanovic, ma Benussi esce in presa alta. Al 5’ padroni di casa in vantaggio: Ferrante lascia sul posto Pecorari ed infila Benussi con un perfetto tiro all’ angolino. Dopodiché il Lecce si sveglia, ma non riesce mai a farsi pericoloso. Anzi al 25’ rischia di capitolare, quando Ferrante su servizio di Domizzi impegna severamente Benussi. Al 31’ prima occasionissima per i giallorossi: Angelo scende sulla destra, serve Vucinic che non aggancia, tiro di Del Vecchio a botta sicura ma Coppola respinge da campione. Al 36’ l’Ascoli chiude il match con lo spietato gol dell’ex Bjelanovic. Fini dalla sinistra crossa perfettamente per la testa di Bjelanovic che sigla il 2 a 0. Il gol taglia le gambe ai salentini che non riescono a più a rendersi pericolosi sino al 45’. Da segnalare però che l’Ascoli prima del riposo, sfiora il tris con Guana prima e Domizzi poi.
Nell’intervallo da registrare l’uscita di Giorgino e l’entrata di Saudati nelle file giallorosse. Al 2’ Vucinic con la forza della disperazione calcia a botta sicura, ma Coppola evita il gol in due tempi. Quattro minuti dopo da registrare il giallo per Pasquale Foggia. Al 12’ esce Angelo e entra Camorani, poco dopo viene ammonito Del Grosso. Al 18’ Del Grosso si fa ammonire di nuovo e finisce il match in anticipo. Al 21’ Cassetti prova dalla lunga distanza, ma Domizzi devia in angolo. La gara s’incattivisce e sul taccuino degli ammoniti finiscono Camorani ed Eremenko. Alla mezz’ora grande staffilata di Foggia, ma palla che esce di poco sopra la traversa. Al 35’ il migliore in campo, Foggia, lascia il posto a Cariello. Non succederà più nulla e dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Messina fischierà la fine.