Tabellino della partita

25/03/2007, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
31° giornata del Campionato di Serie B 2006/2007
Lecce 1Arezzo 0
Rosati
Polenghi
Schiavi
Cottafava
Tesser
Munari
Juliano
Vives
Giuliatto
Valdes
Tiribocchi
Bremec
Bricca
Capelli
Conte
Barbagli
Croce
Goretti
Di Donato
Cavagna
Floro Flores
Volpato
Allenatore:
Papadopulo
Allenatore:
Conte
Sostituzioni:
Diarra per Vives (52')
Osvaldo per Tiribocchi (61')
Arrieta per Tesser (75')
Sostituzioni:
Togni per Di Donato (62')
Roselli per Goretti (70')
Grabbi per Cavagna (76')
Reti:
Valdes [rig.] (23') video
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Rosati
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Floro Flores
Arbitro: Marelli di Como
Note:
Sulla panchina dell'Arezzo il secondo Tebi sostituiva lo squalificato Antonio Conte. Spettatori: 4.824; minuti di recupero: p.t. 0', s.t. 3'; corner: 6-10
Cronaca:
"[...] A dirla tutta, nel Salento, allo stadio di via del Mare, gli amaranto (nell’occasione in maglia bianca) disputano la più dignitosa delle ultime gare, non meriterebbero di perdere, ma ormai è inutile recriminare. C’è solo da sperare che questa annata assurda, dannata e maledetta finisca presto, tanto ormai per la retrocessione c’è solo da aspettare la matematica.
Il Lecce di Papadopulo conquista tre punti preziosissimi in chiave salvezza senza grandi meriti, grazie a un rigore per un fallo a dir poco ingenuo di Bricca su Giuliatto: penalty trasformato da Valdes al minuto 22’. A proposito, gli avversari non sbagliano mai dal dischetto contro l’Arezzo, al contrario i toscani hanno fallito sei volte su nove, roba da guinness dei primati, in negativo.
Ennesima amarezza per la banda di Antonio Conte, leccese, e che cominciò la bella carriera da calciatore proprio con il club della sua città, nell’occasione in tribuna perché squalificato (sostituito in panchina dal vice Tebi). Ed è un calvario pure per Conte, che nel suo primo periodo alla guida dell’Arezzo ha ottenuto cinque pareggi e quattro sconfitte e dal momento del suo ritorno due sconfitte su altrettanti match. In tutto, nessun successo, cinque pari e sei battute d’arresto.
[...]
Al primo mezzo affondo il Lecce passa col rigore già descritto. Il primo tempo fila via senza lampi particolari, a parte la conclusione sull’esterno della rete di Tesser e una incursione di Floro che in precedenza aveva rimediato una ammonizione che gli farà saltare il match con il Bologna. Nella ripresa Arezzo vicino al pari con un tiro di Volpato che sta per trasformarsi in assist per Floro Flores che manca di un soffio l’aggancio e con un colpo di testa di Volpato respinto da Rosati. Poi è il Lecce a sfiorare il raddoppio con Tiribocchi e Osvaldo (Bremec attento), quindi il neo-entrato Roselli salva sulla linea su conclusione in acrobazia di Schiavi e un colpo di testa di poco a lato di Munari. Il Lecce si conferma inesorabile bestia nera dell’Arezzo [...]" (Fausto Sarrini - www.lanazione.it)