Tabellino della partita

08/03/2009, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
27° giornata del Campionato di Serie A 2008/2009
Lecce 0Reggina 0
Rosati
Schiavi
Fabiano
Esposito
Papa Waigo
Munari
Vives
Zanchetta
Giuliatto
Castillo
Tiribocchi
Puggioni
Lanzaro
Valdez
Cirillo
Sestu
Carmona
BarillÓ
Costa
Cozza
Brienza
Corradi
Allenatore:
Beretta
Allenatore:
Orlandi
Sostituzioni:
Basta per Papa Waigo (59')
Caserta per Vives (64')
Papadopoulos per Esposito (81')
Sostituzioni:
Krajcik per Cirillo (64')
Cascione per BarillÓ (77')
Di Gennaro per Cozza (85')
Reti:
Reti:
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Esposito
ammonizione Schiavi
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Carmona
ammonizione BarillÓ
ammonizione Cirillo
ammonizione Valdez
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto
Note:
Terreno di gioco in buone condizioni; giornata ventosa; minuti di recupero: p.t. 1, s.t. 4; corner: 3-5;
Cronaca:
"[...] Nel Lecce, Beretta deve rinunciare a Giacomazzi, fermato da un attacco influenzale. Rientra, invece, Castillo che forma la coppia offensiva con Tiribocchi. A centrocampo ci sono Vives e Munari. In porta Rosati al posto di Benussi. Nella Reggina, Orlandi rischia il tridente, con Cozza alle spalle di Brienza e Corradi, e si affida anche al dinamismo di Sestu. ╚ proprio il centrocampista amaranto ad avere la prima grande occasione del match dopo due soli minuti: destro al volo su sponda di Corradi e grande risposta di Rosati.
I padroni di casa non riescono ad abbozzare una reazione ed Ŕ cosý che al 21' i calabresi vanno ancora una volta vicini al vantaggio con quello che forse Ŕ l'episodio-chiave della partita. Dopo un rimpallo, Corradi riceve il pallone in area e si inventa un pallonetto, Schiavi sulla linea di porta spazza via in rovesciata. Difficile capire se la palla sia entrata tutta in rete. Per l'arbitro Gava comunque non Ŕ gol. Il Lecce si rende pericoloso solo con Castillo, oggi generoso ma niente pi¨, poi nel finale Ŕ ancora Rosati a evitare lo svantaggio su conclusione ravvicinata di BarillÓ.
L'inizio della ripresa Ŕ un monologo amaranto. Gli ospiti sprecano due clamorose occasioni per trovare il meritato vantaggio. Prima Ŕ Brienza a calciare alto a tu per tu con Rosati. Poi spreca malamente anche Cozza. Il Lecce risponde con una punizione di Zanchetta, deviata in angolo da Puggioni e avvia una fase, l'unica della partita, in cui sembra far valere una maggiore freschezza. L'ingresso di Basta regala maggiore dinamismo ai salentini e proprio il giocatore serbo impensierisce Puggioni che poi deve esaltarsi anche su Munari. Ma Ŕ sempre la Reggina ad andare pi¨ vicina al gol con Corradi, che al 38' butta a lato un rigore in movimento. Gli amaranto alla fine rischiano anche di subire la beffa, con un gol annullato a Caserta per un fuorigioco millimetrico. Ma sarebbe stato veramente troppo. [...]" (Giacomo Loi - repubblica.it)