Tabellino della partita

26/09/2010, ore 15:00 - Palermo, stadio R. Barbera
5° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011
Palermo 2Lecce 2
Sirigu
Cassani
Munoz
Bovo
Balzaretti
Migliaccio
Liverani
Nocerino
Pastore
Ilicic
Pinilla
Rosati
Rispoli
Gustavo
Fabiano
Mesbah
Grossmüller
Giacomazzi
Piatti
Jeda
Corvia
Olivera
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
De Canio
Sostituzioni:
Bacinovic per Liverani (55')
Hernandez per Nocerino (62')
Maccarone per Pinilla (75')
Sostituzioni:
Sini per Olivera (65')
Munari per Jeda (69')
Coppola per Piatti (83')
Reti:


Pinilla (52')
Maccarone (93')
Reti:
Giacomazzi (8')
Corvia (46')


Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Migliaccio
ammonizione Cassani
Ammonizioni ed espulsioni:
2° ammonizione Giacomazzi (81')
ammonizione Mesbah
ammonizione Fabiano
ammonizione Jeda
ammonizione Giacomazzi
ammonizione Corvia
Arbitro: Bergonzi di Genova
Note:
Cronaca:
"[...] Passano soltanto sette minuti e i salentini sono già in vantaggio grazie a Giacomazzi. I padroni di casa sembrano accusare il colpo e non riescono a produrre azioni offensive degne di nota, ad eccezione degli spunti dei soliti Ilicic e Pastore. Eccezionale l'intesa tra i due. Poco ispirato Liverani nell'impostazione del gioco e sempre impreciso Pinilla in attacco. Il Lecce si presenta con un assetto piuttosto offensivo, e dopo il vantaggio continua a mettere sotto pressione la retroguardia palermitana, creando un efficace muro in mezzo al campo.
Al rientro dagli spogliatoi è subito doccia gelata per Delio Rossi. Il Lecce raddoppia al 1' con Corvia, che di testa deposita in rete un preciso cross di Olivera. Dopo appena quattro minuti l'ex romanista servito in area, invece di provare la botta di destro, serve Piatti al centro che però manca la deviazione vincente.
I rosanero riaprono il match al 7' con Pinilla, che si fa perdonare gli errori del primo tempo e ribadisce in rete una respinta corta di Rosati. Rossi capisce che la partita si può riprendere e getta nella mischia prima Hernandez e poi Maccarone. L'uruguaiano entra subito in partita seminando il panico tra i difensori ospiti. Ma la mossa vincente si rivela l'inserimento dell'ex-Siena, che in pieno recupero trova il pareggio con un gol da vero rapinatore d'area di rigore.
Un episodio curioso nell'ultima azione della partita, con il Palermo che, dopo aver raggiunto un pari ormai insperato, stava tentando l'assalto per i tre punti. Un cross sul versante offensivo dei rosanero sembrava destinato a uscire sul fondo e un raccattapalle ha cercato allora di accelerare i tempi della ripresa del gioco lanciando un secondo pallone al portiere del Lecce. Hernandez però era riuscito a recuperare la palla, ma l'arbitro ha dovuto interrompere l'azione per la presenza dei due palloni in campo." (Emanuele Muscianesi - www.repubblica.it)