Tabellino della partita

06/11/2010, ore 18:00 - Bologna, stadio Dall'Ara
10° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011
Bologna 2Lecce 0
Viviano
Garics
Portanova
Britos
Rubin
Perez
Radovanovic
Della Rocca
Buscè
Meggiorini
Di Vaio
Rosati
Rispoli
Gustavo
Giuliatto
Mesbah
Munari
Giacomazzi
Grossmüller
Piatti
Corvia
Di Michele
Allenatore:
Malesani
Allenatore:
De Canio
Sostituzioni:
Ramirez per Perez (61')
Casarini per Radovanovic (71')
Gimenez per Meggiorini (78')
Sostituzioni:
Vives per Piatti (46')
Coppola per Grossmüller (71')
Jeda per Di Michele (82')
Reti:
Di Vaio (84') video
Gimenez (85') video
Reti:


Ammonizioni ed espulsioni:
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Rispoli
ammonizione Jeda
ammonizione Corvia
Arbitro: Orsato di Schio
Note:
Cronaca:
"[...] Malesani, partito prudente con Buscè nel ruolo di ala destra tattica, ha saputo correggersi nella ripresa. Non è un caso che il Bologna sia riuscito a scardinare il fortino salentino solo dopo l'inserimento di Ramirez e Gimenez: i due uruguagi hanno dato la scossa sulla trequarti, mettendo in crisi la retroguardia leccese. E' servito comunque un regalo da parte di Gustavo per far esplodere il Dall'Ara. Cross da destra di Buscè, spizzata di Britos che raggiunge il solissimo Di Vaio, perso dal centrale brasiliano. Colpo di testa da due passi, Rosati tocca soltanto e deve arrendersi al vantaggio, subito incrementato da Gimenez, lesto nel bruciare il portiere con un tocco di misura a raccogliere il cross arrivato proprio dal piede del numero 9.
La prima frazione non aveva regalato brividi, eccezion fatta per un paio di sfuriate di Meggiorini - schierato centravanti da Malesani - e del solito Di Vaio, pericoloso con un colpo di testa ben calibrato e finito sul fondo di pochissimo. La gara tutta sostanza del Lecce ha rischiato di prendere la svolta giusta al 2' della ripresa. Di Michele si defila sulla sinistra e mette in mezzo, inserimento perfetto di Munari che gira bene di testa trovando la gran risposta di Viviano. Il pericolo spinge i padroni di casa a osare di più: è qui che la partita passa saldamente nelle mani del Bologna, passato dal 4-3-3 al 4-2-3-1 con l'ingresso di Ramirez al posto di Perez. Nel finale i salentini avrebbero con Jeda la chance per provare a ricucire lo strappo: destro fuori di un soffio e recupero più tranquillo per i sostenitori felsinei, che possono vedere i propri beniamini agguantare i giallorossi a quota 11 punti. [...]" (Marco Gaetani - www.repubblica.it)