Tabellino della partita

21/11/2010, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
13° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011
Lecce 2Sampdoria 3
Rosati
Rispoli
Giuliatto
Fabiano
Mesbah
Grossmüller
Giacomazzi
Bertolacci
Jeda
Chevanton
Di Michele
Curci
Cacciatore
Gastaldello
Lucchini
Ziegler
Koman
Tissone
Poli
Guberti
Pazzini
Marilungo
Allenatore:
De Canio
Allenatore:
Di Carlo
Sostituzioni:
Diamoutene per Giuliatto (46')
Munari per Grossmüller (56')
Corvia per Jeda (80')
Sostituzioni:
Mannini per Koman (56')
Dessena per Marilungo (67')
Volta per Cacciatore (76')
Reti:


Di Michele (72')
Diamoutene (83')

Reti:
Pazzini (9')
Pazzini [rig.] (41')


Pazzini (88')
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Chevanton (38')
ammonizione Di Michele
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Guberti
ammonizione Ziegler
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto
Note:
Minuti di recupero: p.t. 3, s.t. 4
Cronaca:
9' Sampdoria subito in vantaggio: Rispoli perde palla, la Sampdoria riparte e - approfittando di un pasticcio tra Rosati e soprattutto Fabiano - riesce ad insaccare con Pazzini.
Il Lecce cerca subito la reazione, con diverse azioni offensive che danno non poche preoccupazioni alla retroguardia giallorossa. Il finale di tempo è rovente, con Chevanton che reclama prima un penalty per un fallo di mano, poi va a commettere un fallo che ha il sapore della vendetta. Gava lo butta fuori. E pochi minuti dopo Grossmuller commette fallo in area giallorossa sull'ex Marilungo. Il rigore è battuto ancora da Pazzini che trasforma con un tiro potente.
Nella ripresa il Lecce parte a testa bassa nonostante l'inferiorità numerica. E al 72', complice uno strepitoso numero di Di Michele, i giallorossi accorciano le distanze con il diagonale rasoterra dell'attaccante, abile nel superare il marcatore con un colpo di tacco! Undici minuti dopo, su azione di corner, Diamoutene da poco entrato colpisce di testa e rende vano l'estremo tentativo di Curci, la palla è in rete.
Quando sembrava che i giallorossi potessero mantenere in battuto il "Via del Mare", all'88' Pazzini parte sul filo del fuorigioco (e, forse, oltre) e infila ancora Rosati. Per l'attaccante toscano è la settima rete segnata al Lecce, quando mancavano una manciata di secondi al termine della sfida.