Tabellino della partita

23/01/2011, ore 15:00 - Firenze, stadio A. Franchi
21° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011
Fiorentina 1Lecce 1
Boruc
De Silvestri
Pasqual
Kroldrup
Gamberini
Montolivo
Donadel
Santana
D'Agostino
Ljajic
Gilardino
Rosati
Brivio
Gustavo
Fabiano
Tomovic
Munari
Giacomazzi
Vives
Olivera
Di Michele
Jeda
Allenatore:
Mihajlovic
Allenatore:
De Canio
Sostituzioni:
Cerci per Montolivo (73')
Babacar per Ljajic (82')
Bolatti per D'Agostino (85')
Sostituzioni:
Corvia per Jeda (90')
Ferrario per Di Michele (92')
Grossmüller per Giacomazzi (94')
Reti:

Gilardino (56')
Reti:
Di Michele (29')

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Pasqual
ammonizione Donadel
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Brivio
ammonizione Giacomazzi
ammonizione Jeda
Arbitro: Massa di Imperia
Note:
Al 41' Di Michele sbaglia un calcio di rigore.
Cronaca:
"[...] Mihajlovic conferma in blocco la formazione che ha pareggiato 0-0 a Napoli, 8 giorni fa. Gilardino guida l'attacco, con Santana e Ljajic al suo fianco. De Canio propone un 4-3-1-2 con Brivio terzino sinistro e Olivera dietro le punte, Jeda e Di Michele. L'inizio del match è buono per i viola che sembrano poter imporre il proprio gioco. Ma il Lecce attende i padroni di casa nella propria metà-campo, pronto a ripartire. E quando lo fa sono dolori: Tomovic e Brivio accompagnano spesso la manovra salentina, dando al Lecce una superiorità che la difesa toscana soffre. Al 16' i primi brividi per il pubblico del Franchi: grande accelerazione di Di Michele che in velocità fa secco Gamberini e calcia rasoterra verso il secondo palo. Il pallone termina di un soffio sul fondo. Donadel, tra i migliori dei suoi, risponde poco dopo con un tiro da fuori che Rosati respinge. Al 24' ancora Di Michele pericoloso: perfetto cross dalla destra di Munari e colpo di testa con palla che termina tra le braccia di Boruc. La Fiorentina non riesce a spingere con Santana e Ljajic e Gilardino per questo motivo non ha palle-gol.
Al 29' arriva il meritato vantaggio del Lecce: De Silvestri, in giornata no, si fa rubare palla da Olivera; il fantasista va sul fondo e consegna a Di Michele una palla che è solo da buttare dentro. Siamo 0-1. La Fiorentina abbozza una reazione, ma negli ultimi 30 metri sono troppe le imprecisioni. Ecco che allora al 40' la gara potrebbe già chiudersi in favore degli ospiti: Kroldrup lascia rimbalzare una palla al limite dell'area, la sfera arriva a Di Michele che viene spinto in area da Pasqual: rigore e giocatore viola ammonito. Dagli 11 metri lo stesso Di Michele coglie la traversa, sprecando il terzo penalty stagionale.
L'inizio della ripresa è buono per la Fiorentina che manovra meglio e fa ammonire un paio di avversari. Si arriva così all'11': corner, Montolivo crossa in area dalla sinistra, sponda di testa di Gamberini e Gilardino inzucca in rete da pochi metri. La sensazione è che i viola possano ora vincere la partita, un po' come è successo col Brescia (3-2 da 0-2). Ma il Lecce non è la squadra lombarda e non si scompone per il gol subito. Se poi i centrocampisti e gli esterni fiorentini persistono con le imprecisioni e gli errori, c'è poco da fare. Mihajlovic cerca di dare la scossa inserendo Cerci per Montolivo, ma non cambia nulla. Girandola finale di sostituzioni con De Canio che ne cambia tre dal 90' al 94'. Finisce così 1-1, un risultato che penalizza alla fine il Lecce, l'unica squadra che avrebbe meritato i tre punti. [...]" (Federico Sala - repubblica.it)