Tabellino della partita

22/05/2011, ore 20:45 - Lecce, stadio Via del Mare
38° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011
Lecce 2Lazio 4
Benassi
Donati
Giacomazzi
Giuliatto
Brivio
Munari
Coppola
Vives
Mesbah
Piatti
Di Michele
Muslera
Lichtsteiner
Biava
Dias
Garrido
Brocchi
Ledesma
Mauri
Hernanes
Zarate
Rocchi
Allenatore:
De Canio
Allenatore:
Reja
Sostituzioni:
Chevanton per Piatti (48')
Corvia per Mesbah (48')
Rosati per Di Michele (53')
Sostituzioni:
Gonzalez per Hernanes (46')
Floccari per Rocchi (64')
Scaloni per Lichtsteiner (83')
Reti:

Coppola (33')

Piatti (41')


Reti:
Rocchi (6')

Zarate (35')

Zarate [rig.] (54')
Vives [aut.] (62')
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Benassi (52')
Ammonizioni ed espulsioni:
Arbitro: Rocchi di Firenze
Note:
Cronaca:
"[...] Reja conferma Rocchi unica punta, Hernanes alle sue spalle, Mauri a destra e Zarate a sinistra. In mediana coppia Brocchi-Ledesma, difesa a quattro formata da Lichtsteiner, Biava, Dias e Garrido a protezione di Muslera.
Dopo appena sei minuti la Lazio passa. Chiusura di Biava che avvia il contropiede laziale. Ledesma in profondità, Rocchi si porta avanti il pallone di testa, difende il pallone sul ritorno di Giuliatto e con il mancino batte Benassi in diagonale. Il Lecce prova a rialzarsi dal gol subito, ma la Lazio controbatte con rapide verticalizzazioni. Al 22’ palo di Zarate. La Lazio si fa beffare da Coppola che inventa un pallonetto che beffa un incerto Muslera (33’). Il Lecce pareggia ma l’illusione dura solo due minuti. Zarate per Rocchi (35’), stavolta il mestrino rende il pallone all’argentino che con un preciso diagonale destro batte Benassi. Il Lecce non ci sta. Si getta a capofitto in avanti e dopo sei minuti (41’) pareggia nuovamente i conti con Piatti. Nella ripresa Reja getta nella mischia Gonzalez al posto di un impalpabile Hernanes. Al 52’ sull’ennesima verticalizzazione, Rocchi stoppa di petto e salta Benassi che lo atterra in area. Rigore sacrosanto e rosso inevitabile per il portiere. Sul dischetto si presenta Zarate che batte il neoentrato Rosati. La Lazio ci crede e tenta l’allungo. Corner dalla sinistra di Zarate (62’): traiettoria a rientrare, Vives sul primo palo svirgola e infila imparabilmente Rosati: 4-2 per i capitolini e partita virtualmente chiusa." (ilmessaggero.it)