Tabellino della partita

22/10/2012, ore 20:45 - Trapani, stadio Stadio Polisportivo
8° giornata del Campionato di Serie C1 2012/2013
Trapani 0Lecce 1
Nordi
Rizzi
D'Aiello
Pagliarulo
Lo Bue
Basso
Caccetta
Tedesco
Madonia
Mancosu
Abate
Benassi
Diniz
Di Maio
Esposito
Legittimo
De Rose
Memushaj
Chiricò
Bogliacino
Falco
Foti
Allenatore:
Boscaglia
Allenatore:
Lerda
Sostituzioni:
Romeo per Madonia (57')
Gambino per Mancosu (64')
Docente per Abate (76')
Sostituzioni:
Giacomazzi per Bogliacino (69')
Tomi per Falco (72')
Malcore per Foti (82')
Reti:

Reti:
Foti (15') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Tedesco
ammonizione Pagliarulo
ammonizione Caccetta
ammonizione Basso
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Di Maio
ammonizione Tomi
ammonizione Chiricò
ammonizione Foti
Arbitro: Ripa di Nocera Inferiore
Note:
Cronaca:
" [...] La formazione di Boscaglia ha subìto fatto la partita mettendo in difficoltà un avversario inizialmente timoroso che addirittura nei primi minuti ha commesso qualche marchiano errore. Nel momento migliore, mentre i granata continuavano a portare insidie alla retroguardia salentina ecco la rete ospite, giunta al 15’ ad opera dell’attaccante siciliano Foti che approfittava di una disattenzione di un paio di difensori di casa e batteva il portiere Nordi. Nonostante “la mazzata” il Trapani, sotto la spinta di un inesauribile Giacomo Tedesco, continuava a macinare gioco e ad impensierire gli ospiti senza però riuscire a trovare la stoccata vincente. Nella ripresa ricominciava la “torcida” granata e al 49’ il terzino Rizzi fiondava bene in porta ma la palla sorvolava di poco la traversa. Tre minuti dopo era l’esterno alto di casa, Basso, a sfiorare il montante su calcio piazzato. Al 58’ su un’altra incursione trapanese il Lecce si salvava con Di Maio il quale riusciva a cacciare fuori un pallone che ballava nei pressi della propria porta. Dieci minuti dopo, il nuovo entrato Gambino tentava la sortita però il suo “piatto” andava fuori. Man mano che i minuti passavano il Lecce continuava ad erigere una solida muraglia contro la quale le velleità granata andavano a cozzare. La squadra di Franco Lerda era in affanno contro un Trapani che tentava il tutto per tutto con quattro attaccanti (Romeo, Gambino, Docente, Basso) a cercare di sfondare. L’ultimo tentativo, in pieno recupero, era di Docente ma il suo pallone indirizzato in porta da dentro l’area andava a incocciare il corpo del difensore Di Maio che salvava il Lecce dal probabile pari. Si concludeva così l’incontro con gli ospiti rintanati nella propria metà campo e i granata alla ricerca disperata del punto. Meritati gli applausi che alla fine della gara la squadra di Boscaglia ha ricevuto dal proprio pubblico. [...]" (Antonio Ingrassia - Giornale di Sicilia)