Tabellino della partita

16/06/2013, ore 17:00 - Lecce, stadio Via del Mare
Campionato di Serie C1 2012/2013 - Finale
Lecce 1Carpi 1
Benassi
Diniz
Ferrario
Giacomazzi
Tomi
Vanin
De Rose
Falco
Bogliacino
Chiricò
Foti
Sportiello
Letizia
Sperotto
Papini
Poli
Gagliolo
Di Gaudio
Bianco
Della Rocca
Concas
Pasciuti
Allenatore:
Gustinetti
Allenatore:
Brini
Sostituzioni:
Fatic per Falco (70')
Chevanton per Tomi (81')
Bustamante per Diniz (87')
Sostituzioni:
Kabine per Pasciuti (64')
Potenza per Di Gaudio (79')
Terigi per Papini (87')
Reti:
Bogliacino (2') video

Reti:

Kabine (74') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Ferrario (20')
ammonizione Diniz (36')
ammonizione Foti (59')
ammonizione Tomi (81')
ammonizione Chevanton (85')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Poli (21')
ammonizione Pasciuti (46' p.t.)
ammonizione Kabine (74')
Arbitro: Ghersini di Genova
Note:
Cronaca:
"[...] la rabbia dei tifosi del Lecce che hanno invaso il campo dalla curva Nord cercando di raggiungere gli spogliatoi. Un gruppo di teppisti ha picchiato con calci, pugni e alcune cinte gli steward che erano davanti alla scaletta e ha rotto un vetro. I giocatori delle due squadre erano riusciti, qualche attimo prima dell'arrivo dei facinorosi, ad abbandonare il campo e a mettersi in salvo. La furia dei tifosi del Lecce per la promozione annunciata e naufragata è esplosa anche all'esterno dello stadio: scontri con le forze dell'ordine e una volante della polizia data alle fiamme. Il cielo di Lecce è stato oscurato dalle bombe carta e dai fumogeni. Sul posto sono arrivati altri agenti della polizia in tenuta antisommossa. Ci sarebbero un paio di feriti, per fotuna in forma lieve.
L'inferno è esploso al triplice fischio finale che ha regalato al Carpi il passaporto per la B. E' la prima volta per la squadra emiliana, come per il Latina, vincitore dell'altra finale play off. Il Carpi ha beffato, o meglio umiliato, una squadra che doveva ammazzare il campionato di Lega Pro per la sua superiorità e che invece ha sciupato tutto nelle ultime partite quando ha perso il treno della promozione diretta e fallendo la doppia finale dei play off.
All'andata il Carpi è riuscito sul finale ad avere ragione della squadra di Gustinetti, con il marocchino Kabine, lo stesso che oggi ha pareggiato il gol del vantaggio giallorosso segnato a freddo da Bogliacino a tre minuti dall'inizio della partita. Il Lecce ha avuto il torto di avere affrontato la partita di ritorno con sufficienza, gli avversari si sono dimostrati più freschi atleticamente e più determinati. Dopo lo svantaggio, gli emiliani hanno dettato i tempi del gioco con il Lecce ad attendere tentando senza troppa convinzione qualche ripartenza. Il pareggio poteva arrivare già nel pirmo tempo con un paio di occasioni limpide confezionate dalla squadra emiliana e con un palo colpito con il portiere Benassi ormai superato.
Il gol degli emiliani, alla mezz'ora del secondo tempo, è scaturito da un calcio di punizione a circa 25 metri dalla porta difesa da Benassi: la barriera si è incredibilmente aperta facendo filtrare il tiro del marocchino. Il portiere non ha nemmeno tentato di tuffarsi. Negli ultimi 15 minuti il Lecce ha tentato la reazione ma con scarse forze e il morale ormai sottoterra. Al 36' della ripresa l'allenatore ha tentato anche la carta Chevanton: il calciatore è entrato in campo con il braccio destro completamente immobilizzato. Ci ha messo rabbia, ma nulla di più. Poco per una squadra che doveva ammazzare il campionato [...]" (http://bari.repubblica.it)