Tabellino della partita

27/10/2013, ore 14:30 - Ascoli Piceno, stadio Cino e Lillo Del Duca
9° giornata del Campionato di Serie C1 2013/2014
Ascoli 2Lecce 5
Russo
Di Gennaro
Giacomini
Capece
Bianchi
Schiavino
Falzerano
Pestrin
Vegnaduzzo
Colomba
Tripoli
Bleve
D'Ambrosio
Diniz
Martínez
López
Amodio
Papini
Ferreira Pinto
Bogliacino
Doumbia
Zigoni
Allenatore:
Pergolizzi
Allenatore:
Lerda
Sostituzioni:
Scalise per Colomba (58')
Ruzzier per Falzerano (79')
Scicchitano per Tripoli (79')
Sostituzioni:
Parfait per Papini (60')
Rullo per Bogliacino (62')
Melara per Zigoni (76')
Reti:




Vegnaduzzo (70') video

Schiavino (84') video
Reti:
Bogliacino [rig.] (12') video
Ferreira Pinto (31') video
Bogliacino [rig.] (34') video
Zigoni (38') video

Zigoni (74') video

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Di Gennaro (26')
ammonizione Schiavino (34')
ammonizione Tripoli (51')
ammonizione Pestrin (77')
ammonizione Scalise (88')
Ammonizioni ed espulsioni:
Eventi:
Arbitro: Brasi di Seregno
Note:
Cronaca:
"[...] Ritmi blandi in avvio. La prima vera occasione arriva al 7’ ed è di marca ospite: Doumbia scappa sulla sinistra, cross in mezzo e colpo di testa di Bogliacino che sfiora il palo. Al 12’ il direttore di gara concede il rigore al Lecce: Bianchi sbaglia il disimpegno in area di rigore e Giacomini, cercando di rimediare, atterra Zigoni. Dal dischetto Bogliacino non sbaglia e con un preciso sinistro porta in vantaggio i giallorossi. Il Picchio prova a reagire: Schiavino si avventura in avanti su un calcio da fermo di Pestrin, il colpo di testa del difensore bianconero è però bloccato in due tempi da Bleve. Gli attacchi degli uomini di Pergolizzi sono comunque sterili: Falzerano e Tripoli cercano di dare profondità alla squadra, ma le iniziative dell’Ascoli sono piuttosto flebili. E al 31’ il Lecce raddoppia: Doumbia semina il panico sulla sinistra e crossa in mezzo, Bianchi non riesce ad allontanare la palla e Ferreira Pinto infila la sfera sotto al set. Passano due minuti e gli ospiti vanno ancora in rete. Schiavino stende un incontenibile Doumbia in area, dal dischetto Bogliacino spiazza Russo e realizza la sua personale doppietta. 0-3 e gara praticamente chiusa. Il Lecce però non accenna a placarsi e al 39’ cala addirittura il poker: Doumbia e Bogliacino irridono l’immobile difesa marchigiana, Zigoni di sinistro fulmina l’incolpevole Russo. Al riposo l’Ascoli esce tra i fischi del pubblico e sotto di quattro reti. Clamorosa la facilità di arrivare al tiro da parte del Lecce: alla vigilia della gara i salentini avevano realizzato appena 6 gol in 8 match di campionato, oggi la squadra di Franco Lerda ne ha messi a segno ben 4 in poco più di mezz’ora. Nella ripresa l'Ascoli cerca almeno il gol della bandiera, con il Lecce che non accenna ad attaccare e amministra senza problema il possesso palla. Al 58' si rivede in campo Scalise che, al rientro dall'infortunio, prende il posto di Colomba. Gli ospiti invece gettano nella mischia l'ex bianconero Parfait e Rullo, rispettivamente al posto di Papini e Bogliacino. La gara scivola via senza colpi di scena: il Lecce controlla il match senza affondare, il Picchio fatica a trovare spunti degni di nota. Al 70' comunque l'Ascoli trova il gol: Tripoli serve Vegnaduzzo che dal limite dell'area fulmina Bleve. Un minuto più tardi il Lecce rischia subito di riportarsi a distanza di sicurezza, la rete di Ferreira Pinto viene però annullata dall'arbitro per offside. Il quinto gol dei salentini è però solo rimandato: al 73' Zigoni entra in area e di destro, complice una deviazione di Schiavino, supera ancora una volta Russo. Dieci minuti più tardi l'Ascoli trova la seconda rete: è Schiavino che con un colpo di testa su assist di Scalise accorcia le distanze. [...]" (Matteo De Angelis - www.picusonline.it)