Tabellino della partita

16/11/2013, ore 21:00 - Lecce, stadio Via del Mare
12° giornata del Campionato di Serie C1 2013/2014
Lecce 2Prato 0
Perucchini
Sales
Diniz
Martínez
López
Amodio
Parfait
Melara
Bogliacino
Doumbia
Miccoli
Brunelli
Corvesi
De Agostini
Roman
Lamma
Ghinassi
Grifoni
Cavagna
Tiboni
Lanini
Serrotti
Allenatore:
Lerda
Allenatore:
Esposito
Sostituzioni:
Bencivenga per Sales (55')
Zigoni per Amodio (58')
Salvi per Miccoli (72')
Sostituzioni:
Bagnai per Grifoni (33')
Silva Reis per Tiboni (68')
Papini per Roman (79')
Reti:
Miccoli (67') video
Zigoni (93') video
Reti:


Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione López (14')
ammonizione Diniz (53')
ammonizione Parfait (56')
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Corvesi (30')
ammonizione Bagnai (62')
Arbitro: Di Martino di Teramo
Note:
Cronaca:
"Il Prato cade a Lecce e perde l'imbattibilitŕ in campionato alla dodicesima di andata. Finisce due a zero per i salentini, nella notturna giocata sotto le telecamere di RaiSport. Partita condizionata dalla severa decisione dell'arbitro Di Martino di Teramo, che alla mezzora del primo tempo ha espulso Corvesi per fallo da ultimo uomo su Doumbia lanciato a rete, sě, ma a trenta metri dalla porta. Fino a quel momento il Prato si era dimostrato compatto, pur soffrendo un po' le vaste dimensioni del campo pugliese. Ma i lanieri tenevano bene la partita; solo Doumbia faceva dannare sulla corsia di Corvesi, che alla fine č capitolato. Nella ripresa il bunker biancazzurro č saltato su una bella girata di testa di Miccoli al 22' del secondo tempo. La classe non č acqua e, anche se fuori forma, Miccoli resta giocatore fuori categoria. Eppure il Lecce da quel momento non punge piů; anzi, il Prato prende le misure e riesce perfino a creare le occasioni del pareggio, ma senza esito. In pieno recupero Zigoni, al 49', trova il gol del due a zero con il Prato ormai esausto e alle corde. Finisce l'imbattibilitŕ, ma il Prato dimostra di poter lottare anche con squadre dai budget ben diversi e costruite per puntare alla serie B." (Luca Boldrini - La Nazione)