Tabellino della partita

01/12/2013, ore 14:30 - Lecce, stadio Via del Mare
14° giornata del Campionato di Serie C1 2013/2014
Lecce 1Grosseto 0
Perucchini
D'Ambrosio
Vinetot
Martínez
López
Papini
Amodio
Melara
Bogliacino
Doumbia
Miccoli
Lanni
Formiconi
Legittimo
Bombagi
Burzigotti
Terigi
Esposito
Ricci
Giovio
Delvecchio
Gotti
Allenatore:
Lerda
Allenatore:
Cuccureddu
Sostituzioni:
Zigoni per Miccoli (64')
Salvi per Bogliacino (78')
Bencivenga per Melara (85')
Sostituzioni:
Montalto per Gotti (58')
Onescu per Delvecchio (78')
Scapini per Giovio (79')
Reti:
Miccoli (25') video
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Papini (29')
ammonizione López (31')
ammonizione D'Ambrosio (47')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Legittimo (93')
Arbitro: Baroni di Firenze
Note:
Prima del fischio d'inizio osservato un minuto di silenzio in occasione del trentennale della morte di Michele Lorusso e Ciro Pezzella.
Cronaca:
"[...] Parte bene il Grosseto che al 5’ con Giovio non approfitta di una situazione favorevole. Il Lecce sale progressivamente e al 19’ Miccoli č anticipato miracolosamente da Terigi. Al 22’ ancora Miccoli che ha una palla buona su punizione ma non riesce ad approfittarne cogliendo la barriera. Miccoli, perň, colpisce al 25’ quando, servito da Papini, incrocia di sinistro sul secondo palo.
La replica del Grosseto č affidata ad una sventola di Bombagi su punizione che Perucchini riesce a mettere in angolo. Ancora Miccoli alla ribalta al 35’ quando tira e sfiora il palo. Ci riprova poco dopo il Grosseto con Giovio che anticipa D’Ambrosio ed impegna severamente Perucchini prima di andare al riposo.
Inizio del secondo tempo con una conclusione di Melara che incoccia la traversa. Risposta di Bombagi che sfiora la traversa (3’). Gran diagonale di Esposito di poco fuori (7’) e poi il Grosseto va vicinissimo al pareggio con un tiro di Ricci che va di poco alto. Al 26’ un salvataggio sulla linea vieta a Ricci di pareggiare. Al 30’ Giovio sfiora il palo alla destra di Perucchini. Un minuto dopo il Lecce č vicino al raddoppio quando D’Ambrosio chiama Lanni ad una difficile deviazione in angolo.
Il finale č tutto per il Grosseto che va all’arrembaggio in cerca del meritato pareggio e che mette in difficoltŕ i pugliesi: la squadra maremmana perň si prende angoli e punizioni a favore ma non trova il guizzo giusto per raggiungere il pareggio." (Il Tirreno)