Tabellino della partita

03/04/2016, ore 17:30 - Lecce, stadio Via del Mare
29° giornata del Campionato di Serie C1 2015/2016
Lecce 1Matera 2
Perucchini
Alcibiade
Camisa
Legittimo
Lepore
Salvi
Papini
Liviero
Surraco
Moscardelli
Doumbia
Bifulco
Di Lorenzo
Tomi
De Rose
Ingrosso
Piccinni
Rolando
Iannini
Infantino
Armellino
Carretta
Allenatore:
Braglia
Allenatore:
Aprile
Sostituzioni:
Curiale per Moscardelli (66')
Caturano per Doumbia (71')
Vécsei per Tundo (80')
Sostituzioni:
Gammone per Rolando (79')
Casoli per Carretta (80')
Reti:

Lepore (61')

Reti:
Carretta (39')

De Rose (86')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Camisa (34')
ammonizione Moscardelli (65')
ammonizione Alcibiade (89')
ammonizione Papini (93')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Ingrosso (46' p.t.)
ammonizione Di Lorenzo (60')
ammonizione De Rose (71')
Arbitro: Di Martino di Teramo
Note:
Sulla panchina del Matera il signor Aprile ha preso il posto dello squalificato Padalino.
Cronaca:
"[...] nella prima fase le squadre si studiano e l’equilibrio regna sovrano. A farsi vedere per primo sono i biancoazzurri con Di Lorenzo, che al 13’ si rende protagonista di un coast to coast da centrocampo al limite dell’area, il terzino calcia poi di sinistro, sfiorando il palo. Il Matera continua a gestire il pallone, con i padroni di casa che occupano bene il campo senza correre rischi. I giallorossi al 23’ si rendono pericolosi per la prima volta con Surraco, che sfrutta un’incertezza di Piccinni e calcia di destro da pochi passi, Bifulco compie un miracolo e manda in angolo.
Fase particolarmente favorevole alla squadra di Braglia che, tre minuti dopo, va vicina alla rete con un colpo di testa di Papini, deviato in angolo da un superlativo Bifulco. Un minuto dopo ancora Lecce con Doumbia, che serve un cross per la testa di Surraco, ma l’estremo difensore degli ospiti manda ancora in angolo. Dopo una breve fase di apnea il Matera rimette la testa fuori dal guscio e al 35’ ha una doppia chance per portarsi in vantaggio. Gran punizione di Armellino dai 30 metri, Perucchini non respinge benissimo favorendo Infantino, che è il più lesto di tutti a calciare, ma è ancora bravo il numero uno leccese a mandare in angolo.
Il vantaggio, però, arriva tre minuti dopo. Gran ripartenza dei biancoazzurri con Infantino, che dalla destra mette un ottimo cross, sul pallone ci arriva Camisa che però lascia il pallone in area, ad arrivarci è Carretta che con un potente sinistro batte Perucchini. È il secondo gol dell’esterno di Gallipoli, che andò a segno al Via del Mare anche nella scorsa stagione, con la maglia del Martina. I salentini si rivedono nel recupero con un destro in diagonale di Lepore, il pallone però termina abbondantemente a lato. Si va negli spogliatoi così, con il Matera in vantaggio sui padroni di casa del Lecce.
Il secondo tempo riparte con il Lecce che passa al 4-3-3, con Liviero scalato in posizione di terzino e Legittimo passato al centro della difesa. Al 14’ ci prova il Matera con Infantino, servito da una bella imbucata di Di Lorenzo, ma Perucchini arriva bene in anticipo e smanaccia. Risponde subito il Lecce, che dopo un minuto va vicino al pareggio con una bella punizione di Lepore, deviata benissimo da Bifulco. Un minuto dopo, però, pareggiano i padroni di casa proprio con Lepore che, servito da un cross di Moscardelli, mette in rete da due passi. Al 19’, gran botta di sinistro di Moscardelli su punizione, ma Bifulco risponde ancora presente e manda in angolo. Al 24’ grande imbucata di Carretta per Infantino, l’attaccante ci prova col destro ma il pallone termina alto.
Al 31’ ci prova Armellino col destro, ma la palla termina sul fondo. Rispondono i giallorossi al 37’ con Curiale che, servito da un cross di Papini, schiaccia di testa da due passi, ma trova ancora Bifulco, protagonista assoluto fra i suoi, che si supera e respinge ancora. Il Matera vuole i tre punti e al 41’ ci va vicinissimo con Iannini che, servito da Gammone, calcia da pochi passi ma trova davanti a sé un grande Perucchini che respinge.
È solo l’assaggio, perché due minuti dopo ci pensa l’ex Ciccio De Rose a portare in vantaggio i biancoazzurri. Azione personale del mediano, che salta due difensori avversari e, giunto davanti a Perucchini, lo salta con un pallonetto. Settore ospiti in delirio, con i 400 materani che spingono la squadra negli ultimi minuti, dove però non succede nulla di rilevante [...]" (Gennaro Fatiguso - www.basilicatagol.it)