Tabellino della partita

24/04/2016, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
32° giornata del Campionato di Serie C1 2015/2016
Lecce 1Paganese 0
Bleve
Alcibiade
Cosenza
Abruzzese
Lepore
De Feudis
Papini
Liviero
Caturano
Curiale
Surraco
Marruocco
Esposito
Bocchetti
Carcione
Sirignano
Tsouka
Palmiero
Guerri
Cunzi
De Vita
Della Corte
Allenatore:
Braglia
Allenatore:
Grassadonia
Sostituzioni:
Legittimo per Surraco (65')
Moscardelli per Caturano (73')
Camisa per Abruzzese (88')
Sostituzioni:
Borsellini per Marruocco (45')
Deli per Esposito (67')
Tommasone per De Vita (74')
Reti:
De Feudis (59')
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Alcibiade (9')
ammonizione Cosenza (48')
espulsione Cosenza (63')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Esposito (19')
ammonizione Sirignano (20')
ammonizione Carcione (33')
ammonizione Almiero (73')
2° ammonizione Sirignano (93')
Arbitro: Piccinini di Forlì
Note:
Cronaca:
"[...] Primo tempo partito subito forte, con il Lecce che preme in avanti alla ricerca del gol di vantaggio. Paganese non particolarmente aggressiva. Al 10' minuto grandissima occasione per il Lecce con Curiale ma Marruocco para e toglie ai salentini la gioia del gol. Replica immediata degli azzurrostellati, che con un calcio d'angolo si avvicinano pericolosamente alla porta difesa da Belve. Anche in questo caso portiere protagonista. Contropiede leccese che sfuma e paganesi di nuovo avanti che prova con Palmiero. Con il passare dei minuti si alza di intensità e la squadra di Grassadonia inizia a mettere in scena il suo gioco aggressivo. Il Lecce risponde colpo su colpo. Giallorossi molto pericolosi con i calci piazzati. Al 24' occasione anche per la Paganese con De Vita, che però la manda oltre il fondo. Gli azzurrostellati si fanno in avanti con i contropiedi, la precisione non permette loro, però, di segnare. Ci prova per la squadra di Grassadonia Cunzi. Dall'altro fronte è Caturano a mettere alla prova il capitano azzurrostellato, che nei minuti finali del primo tempo deve lasciare il campo a Borsellini per un infortunio muscolare. In pieno recupero rischio salentino, con Bleve che cicca un'uscita: Cunzi per tutta risposta la manda fuori.
Nella ripresa si riparte con la stessa intensità vista nel primo tempo: subito azioni per entrambe le squadre, prima il Lecce, poi risponde la Paganese, che viene fermata con le cattive. Buona occasione per sbloccare il risultato su calcio di punizione, ma Bleve c'è. Si ripete il copione della prima frazione di gioco: Lecce in avanti e campani che provano a rispondere con le ripartenze. Partita molto dura dal punto di vista dei falli. Al 59' minuto arriva il gol del Lecce con De Feudis che imbuca alle spalle di Borsellini dalla lunga distanza. Prova a rispondere la Paganese, che si guadagna un interessante calcio di punizione dalla trequarti per un fallo di Cosenza - che già ammonito prende il giallo e lascia il campo - su Cunzi che si era involato verso la porta leccese. Rimedia subito la panchina giallorossa, sprovvista di Braglia che viene espulso nel corso del primo tempo per proteste, facendo entrare Legittimo al posto di Surraco. Iniziano i cambi anche per la Paganese, che cambia uno dei centrali, esce Esposito per Deli. Continua la giostra delle sostituzioni per il Lecce che con l'uomo in meno pensa più a difendere che a proporsi in avanti con l'insistenza dimostrata in precedenza. Gli azzurrostellati provano a dare filo da torcere agli avversari casalinghi, ma il portiere salentino non corre particolari pericoli. Il Lecce sfiora il secondo gol per una mezza papera dell'estremo della Paganese, ma recupera e nulla di fatto per i padroni di casa. Nel corso del recupero la Paganese perde Sirignano per doppia ammonizione. Ora il Lecce preme in avanti. Così come per Cosenza, fallo da ultimo uomo per il centrale difensivo di Grassadonia. Dopo oltre 6 minuti di recupero il Lecce torna a vincere al Via del Mare [...]" (Cristina Mariano - www.sportcampania.it)