Tabellino della partita

07/05/2016, ore 16:00 - Lecce, stadio Via del Mare
34° giornata del Campionato di Serie C1 2015/2016
Lecce 3Lupa Castelli Romani 1
Bleve
Cosenza
Abruzzese
Legittimo
Lepore
Papini
Salvi
Liviero
Caturano
Moscardelli
Doumbia
Tassi
Rosato
Di Bella
Aquaro
De Gol
Maiorano
Icardi
Prutsch
Falasca
Mastropietro
Morbidelli
Allenatore:
Braglia
Allenatore:
Palazzi
Sostituzioni:
Lo Sicco per Papini (69')
Sowe per Caturano (73')
Carrozza per Moscardelli (79')
Sostituzioni:
Ricamato per Prutsch (51')
Rossetti per De Gol (66')
Roberti per Falasca (79')
Reti:
Caturano (32')
Moscardelli (65')
Doumbia (71')

Reti:



Rossetti (83')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Cosenza (75')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Di Bella (87')
ammonizione Roberti (88')
ammonizione Maiorano (92')
Eventi:
Arbitro:
Note:
Cronaca:
"[...] Pronti via - con 8' di ritardo per la contemporaneità con gli altri campi - e prima palla gol per i giallorossi dopo appena 3' con Cosenza che manca la deviazione vincente sotto misura. La formazione laziale, ormai retrocessa in D, gioca a viso aperto contro un Lecce che spinge con giudizio senza accelerazioni. Al 10' un tiro di Caturano viene respinto sulla linea di porta da un difensore a portiere battuto. La sensazione è che il gol sia dietro l'angolo anche per lo scarso spessore tecnico laziale che non va oltre la foga agonistica ma la solita alta percentuale di passaggi sbagliati rimette sempre tutto in discussione.
Al 28' miracolo di Tassi su Moscardelli lanciato a rete. Sul tocco dell'attaccante il numero uno laziale intercetta in uscita a sventa la minaccia. Il Lecce le prova tutte costringendo l'avversario nella propria metà campo ed alla fine fa bingo (34') grazie ad un assist di Lepore per Caturano che col piattone batte Tassi dalla breve distanza. Il vantaggio non cambia il canovaccio della partita: Lecce sempre proiettato in avanti alla ricerca di uno score più sostanzioso che blinderebbe il terzo posto finale e Lupa obbligata a difendersi.
In avvio di ripresa un passaggio arretrato di Abruzzese mette in difficoltà Bleve che rischia l'autogol poi il match riprende lo stesso ritmo dei primi 45' ma la Lupa Castelli non rinuncia ad attaccare cercando il pareggio. 'Non mollare mai' urlano i tifosi ed i tanti angoli in sequenza sono il preludio del gol: al 20' Abruzzese batte a colpo sicuro l'ottimo Tassi gli nega la marcatura ma al 20' Moscardelli con un eurogol dalla distanza raddoppia e poi ci pensa Doumbia (26') a confezionare la 'tripletta'. Il Lecce spadroneggia ma al 37' subisce il 'consolation gol' della Lupa (Rossetti) che lotta col coltello tra i denti fino al triplice fischio di chiusura [...]" (Stefano Meo - corrieredelmezzogiorno.corriere.it)