Tabellino della partita

23/10/1977 - Terni, stadio Libero Liberati
7° giornata del Campionato di Serie B 1977/1978
Ternana 0Lecce 0
Mascella
La Torre
Cei
Casone
Gelli
Volpi
Bagnato
Caccia
De Rosa
Biagini
Passalacqua
Nardin
Lorusso
Pezzella
Belluzzi
Zagano
Mayer
Beccati
Sartori
Skoglund
De Pasquale
Montenegro
Allenatore:
Marchesi Rino
Allenatore:
Giorgis
Eventi:
66' Sostituzione Marchei per De Rosa
83' Sostituzione Cannito per Beccati
Ammonizione Zagano
Ammonizione Mayer
Arbitro: Terpin di Trieste
Note:
Pomeriggio di sole con temperatura afosa, terreno erboso in buone condizioni, spettatori 12.000 per un incasso di oltre 40 milioni. C'erano molti salentini, fra cui rappresentanti del Lecce club Ferrara con striscioni. Ammoniti per gioco falloso Mayer e Zagano. E' stato osservato un minuto di raccoglimento per la morte del figlio del presidente della 'amministrazione provinciale di Terni, Dominici. Angoli 10 a 4 (p.t. 5 a 0) per la Ternana. A disposizione in panchina per il Lecce il secondo portiere Vannucci e lo stopper Loprieno; per la Ternana il secondo portiere Bianchi e lo stopper Agabitini.
Cronaca:
La Gazzetta del Mezzogiorno di lunedì 24 ottobre 1977 così titolava: "Il Lecce non cerca avventure a Terni e riprende fiato con gioco prudente" Senza strafare, ma solo per non perdere ancora. Un Lecce così frenato non poteva che disputare una partita tutta giudizio, fornendo solo in pochissime circostanze, con sporadici sbilanciamenti offensivi, il fianco agli avversari. Un Lecce prudente e pratico che però non ha mai alzato barricate a tutto campo, ma che ha saputo meritarsi il pareggio controllando la partita a centrocampo e rintuzzando con un'accorta difesa i pericoli offensivi di una Ternana in verità apparsa impacciata e timorosa per lunghi tratti dell'incontro. Tutto sommato, un bel Lecce che, pur non osando troppo, ha avuto a disposizione tre-quattro palle-gol, al 31' con un gran tiro di De Pasquale (oggi esordiente in maniera lusinghiera) passato pochi centimetri dal palo, poi ancora al 42' con Montenegro quando un suo pallonetto a tu per tu con Mascella è stato deviato in extremis dal portiere umbro con le punte delle dita, facendo perdere a Sartori (forse era distratto?) la possibilità di segnare a porta vuota e poi ancora con De Pasquale (all'ultimo momento del primo tempo) il quale, ricevuto un preciso servizio da Beccati, ha tirato bene, ma il pallone è passato radente al palo. Tre occasioni per il Lecce e nessuna per la Ternana. La Ternana ha prodotto il suo maggiore sforzo nella fase iniziale della ripresa. E' parso però che non ne fosse troppo convinta e così dopo due bei tiri di Bagnato, il bomber umbro, oggi spietatamente controllato da Pezzella, realizzati al 7' ed al 9' del secondo tempo, ma validamente neutralizzati da Nardin, la Ternana si è rimessa a giocare con prudenza.