Tabellino della partita

31/12/1977 - Lecce, stadio Via del Mare
16° giornata del Campionato di Serie B 1977/1978
Lecce 0Monza 0
Vannucci
Pezzella
Lugnan
Belluzzi
Zagano
Mayer
Sartori
Biasiolo
Skoglund
Russo
Beccati
Pulici
Vincenzi
Gamba
De Vecchi
Lanzi
Anquilletti
Gorin
Scaini
Silva
Lorini
Sanseverino
Allenatore:
Giorgis
Allenatore:
Magni Alfredo
Eventi:
Ammonizione Scaini
Ammonizione Gamba
Ammonizione Belluzzi
Arbitro: Pieri di Genova
Note:
Pomeriggio freddo con forte vento di tramontana che ha favorito il Monza nel primo tempo. Terreno di gioco un pò scivoloso. Infortunio a Vannucci al 35' del s.t.; nell'effettuare una rimessa del pallone si è"strappato" alla gamba sinistra. E' rimasto in campo sino alla fine. Ammoniti: Belluzzi (LE) per proteste, Gamba e Scaini (Monza) per gioco falloso. Sorteggio antidoping negativo. Angolo 5 a 3 (p.t. 2 a 1) per il Lecce. 9.002 spettatori paganti per un incasso di 31.617.000 lire. A disposizione in panchina per il Lecce il secondo portiere Citignola, lo stopper Loprieno e il centrocampista Salvatore Tafuro; per il Monza il secondo portiere Incontri, il difensore Beruatto e il centrattacco Cantarutti.
Cronaca:
La Gazzetta del Mezzogiorno di lunedì 2 gennaio 1978 così titolava: "Dai resti del LECCE un punto per l'alta quota" Un punto guadagnato e non perduto contro il Monza (forte e ben attestato a centrocampo) che ha preferito non rischiare, pago com'era di non perdere. Punto davvero d'oro per un Lecce che, falcidiato dagli infortuni a catena, è stato costretto a giocare con il solo Skoglund all'attacco (una mezza punta) e che ha tenuto in campo Beccati solo per onor di firma. Obiettivamente in Lecce-Monza tutto c'è stato tranne il bel gioco. L'ha fatta da padrone solo il vento e le due squadre sono state condizionate da questo fattore atmosferico determinante, tanto che ne è venuta fuori una brutta partita senza nè capo nè coda. C'è però da aggiungere che quello di sabato è stato un Lecce che ha finalmente ragionato in campo, non ha commesso l'imprudenza del "tutti in avanti", così come fece con Como e Varese. Se anche con il Monza il Lecce si fosse messo ad inseguire il successo a tutti i costi (che non poteva ottenere perchè gli mancavano gli uomini adatti per farlo) anche quest'altra lombarda avrebbe pescato nel...mare dei salentini. Il pareggio consente di restare ancora saldamente seduto sulle poltrone delle prime file. In B l'importante è non perdere, c'erano poi nelle gambe di alcuni giocatori anche i residui dei...bagordi festivi. Si è giocato al "volemose bene" con il Monza che ha fatto qualche sortita offensiva soltanto nel primo tempo quando, sfruttando il fattore-vento, è arrivato con facilità per ben due volte in zona-gol, sbagliando in maniera clamorosa (al 16' con il terzino Vincenzi e al 42' con Gorin). La ripresa è stat ancora più languida del primo tempo , soprattutto per demerito del Lecce che, pur giocando a favore di vento, ha continuamente pasticciato a centrocampo. Una sola fiammata di bel gioco ha spezzato la monotonia: al 30', a conclusione di una splendida azione, iniziata da Skoglund e proseguita da Russo , sul passaggio pennellato da quest'ultimo, Skoglund a tu per tu con Pulici ha sbagliato in maniera incredibile, sciupando l'occasione per segnare forse il gol-successo.