Tabellino della partita

06/01/2003, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
2° giornata del Campionato di Serie B 2002/2003
Lecce 1Catania 0
Rossi
Tonetto
Silvestri
Stovini
Abruzzese
Donadel
Piangerelli
Ledesma
Konan
Giacomazzi
Chevanton
Sansonetti
De Martis
Monaco S.
Monaco G.
Zeoli
Gatti
Grieco
Martusciello
Bucchi
Possanzini
Oliveira
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
Toshack
Sostituzioni:
Cimirotic per Konan (74')
Superbi per Chevanton (83')
Sostituzioni:
Pignotti per Monaco S. (21')
Sedivec per Bucchi (54')
Fini per Gatti (61')
Reti:
Chevanton [rig.] (36') video
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
2° ammonizione Donadel (82')
ammonizione Donadel
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Possanzini
ammonizione Martusciello
ammonizione Grieco
ammonizione Zeoli
Arbitro: Brighi di Cesena
Note:
angoli: 6-6. Recupero: 2' e 3'
Cronaca:
Inizia molto bene il Lecce che schiaccia nella propria area il Catania. Al 3' bel lancio per Konan che controlla la palla, entra in area, ma tira alto. Al 6' buona azione del Lecce con Ledesma che ruba palla a Gatti, sfera a Tonetto che crossa in mezzo per Donadel, ma il giocatore veneto non riesce a concludere efficacemente. Al 7' Chevanton serve Konan che con un diagonale insidioso impegna Sansonetti. Al 10' punizione di Chevanton e colpo di testa di Ledesma con palla che finisce fuori. Al 13' cross di Piangerelli dalla trequarti e testa di Giacomazzi con palla di poco alla sinistra del palo della porta siciliana. Al 19' Konan serve Ledesma che con un gran tiro d'esterno sfiora l'incrocio dei pali (la palla, deviata, finisce in corner). Al 23' la prima azione offensiva del Catania: Oliveira lancia per Possanzini che, dagli undici metri tra due difensori del Lecce, è disturbato in extremis da Stovini e la palla viene calciata lenta e innocua. Al 35', sugli sviluppi di una punizione di Chevanton, il tiro di Abruzzese è deviato nettamente di mano da Zeoli e per l'arbitro Brighi è rigore. Al 36', dal dischetto, dopo poche proteste degli ospiti, Chevanton trasforma con un tiro rasoterra che spiazza Sansonetti. Al 41' grossa occasione per Chevanton che però, davanti al portiere catanese, si fa respingere in corner il suo tiro. Sull'1-0 si chiude il primo tempo. Tra i commenti dei giornalisti in tribuna l'opinione più comune è che i giallorossi debbano chiudere l'incontro soprattutto a causa dell'imprevedibilità dell'attacco dei siciliani. Per Elio Donno (Corriere dello Sport): "Se Bucchi continua a dormire va bene, ma la difesa del Lecce deve stare un po' più attenta agli attaccanti del Catania. Per quanto riguarda il reparto avanzato del Lecce, non credo che Chevanton possa tenere questo ritmo fino a giugno, ma credo molto a Cimirotic che può essere l'uomo in più di questa compagine". La ripresa si apre con gli ospiti all'attacco. Al 47' tiro di Martusciello dai diciotto metri e palla sul fondo. Al 56' ancora Martusciello serve Possanzini che, di controbalzo, tira alto. Al 58' Konan serve Chevanton che, da posizione estremamente defilata, tenta un diagonale che finisce sul fondo. Al 60' è Chevanton che serve Konan, ma l'ivoriano, da posizione favorevolissima, calcia incredibilmente fuori. Al 67', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Gegè Rossi respinge favorendo il tiro al volo dai venti metri di Fini; lo stesso numero uno giallorosso evita il gol del Catania con un colpo di reni eccezionale. Al 71' Konan parte in posizione regolare e s'invola verso la porta di Sansonetti che però, al momento della conclusione, gli chiude lo specchio della porta. Al 79' ci prova Sedivec con un tiro dal settore sinistro del campo, ma la sfera finisce fuori. All'81' Cimirotic s'impossessa del pallone dopo un corner del Catania e corre verso la porta ospite, serve Chevanton che calcia di poco fuori. Sull'azione seguente un colpo di testa di Oliveira coglie il palo. Dopodichè gli ospiti non riescono più a produrre azioni davvero pericolose e il Lecce, in dieci, riesce a vincere una difficile ma importantissima partita.