Tabellino della partita

13/01/2003 - Lecce, stadio Via del Mare
18° giornata del Campionato di Serie B 2002/2003
Lecce 0Cosenza 0
Rossi
Tonetto
Silvestri
Stovini
Abruzzese
Superbi
Piangerelli
Ledesma
Vucinic
Giacomazzi
Chevanton
Ripa
Stankevicius
Marco Aurelio
Paschetta
De Angelis
Tedoldi
Edusei
Bedin
Antonelli
Lentini
Guidoni
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
Mondonico
Sostituzioni:
Cimirotic per Vucinic (55')
Vugrinec per Giacomazzi (61')
Di Vicino per Superbi (75')
Sostituzioni:
Oshadogan per Stankevicius (33')
Baldi per Antonelli (46')
Sabato per Bedin (85')
Reti:
Reti:
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Chevanton
ammonizione Silvestri
Ammonizioni ed espulsioni:
2° ammonizione Tedoldi (44')
ammonizione Tedoldi
ammonizione Paschetta
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Note:
Serata abbastanza fredda; terreno di gioco scivoloso; corner: 11-3; minuti di recupero: p. t. 3, s. t. 3
Cronaca:
Nel Lecce Vucinic al posto di Konan; negli ospiti, invece, una sola punta (Guidoni) supportata dall'ex torinista Lentini. Al 2' Lecce pericoloso dopo un errore della difesa del Cosenza, ma, proprio al momento del tiro, Vucinic scivola e l'azione sfuma. Al 4' punizione dell'ex Edusei e colpo di testa di Stankevicius con palla fuori. Al 10' calcio di punizione di Chevanton, ma il suo tiro è facile preda di Ripa. Al 15' traversone di Superbi dalla sinistra e tiro insidioso di Vucinic deviato in corner in extremis dalla difesa silana. Al 18' ancora punizione di Edusei, dal lato corto dell'area di rigore, e ancora colpo di testa di Stankevicius parato senza difficoltà da Gegè Rossi. Al 24' corner di Chevanton, allunga la traiettoria Vucinic sul primo palo, ma l'accorrente Abruzzese non riesce a deviare in gol il pallone. Al 33' tiro da lontano di Edusei e palla fuori. Al 37' Tonetto tenta un tiro-cross con palla che passa vicina all'incrocio dei pali. Al 44' fallo di mano di Tedoldi, doppia ammonizione ed espulsione. Sulla punizione conseguente di Chevanton, Ripa mette in corner; sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, la palla supera tutto lo specchio della porta e termina clamorosamente sul fondo senza che nessun giallorosso riesca ad agganciarla. Alla fine della prima frazione, in tribuna stampa, i commenti dei giornalisti possono essere sintetizzati dalle dichiarazioni di Stefano Meo (Corriere della Sera, ediz. Puglia): "Gara difficile grazie al Cosenza, una squadra che non merita il pessimo posto in classifica. I rossoblù non si sono proposti in attacco perchè stasera non possono farlo, ma hanno fatto fare a Chevanton solo un tiro in porta. Gara in salita per il Lecce. Nella ripresa, anche se il Cosenza è in dieci, non è detto che il Lecce riesca a spuntarla facilmente. A volte, giocando in inferiorità numerica, la squadra gioca meglio che in undici contro undici. Comunque, per ribaltare la soluzione, basta una magia di Chevanton". Al 46' giallorossi in avanti, cross dalla sinistra, e gran conclusione di Chevanton che viene deviata in angolo dalla difesa ospite. Al 52' Vucinic, in contropiede, tenta di sorprendere Ripa con un tiro dalla grande distanza, ma la palla non inquadra lo specchio della porta praticamente sguarnita. Al 53' Vucinic ancora al tiro, pallone respinto, Chevanton tenta di ribadire in gol trovando la deviazione di Ripa che si salva in corner. Al 62' punizione da trenta metri di Baldi e respinta di pugno da parte di Gegè Rossi. Al 67' salentini vicini al gol: Superbi serve Chevanton che, da posizione decentrata, sfiora il palo con un pregevole diagonale. Al 70' Cimirotic entra in area, dribbling ubriacante, ma al momento del tiro, l'attaccante sloveno, calcia troppo piano per impensierire il numero 1 rossoblù. All'80', dopo un'azione di Di Vicino, Chevanton tenta la conclusione appena in area, ma Ripa para ancora. All'82' Edusei tenta un tiro piazzato da fuori area con palla che termina alta sull'incrocio dei pali.