Tabellino della partita

18/01/2004, ore 15:00 - Reggio Calabria, stadio O. Granillo
17° giornata del Campionato di Serie A 2003/2004
Reggina 1Lecce 3
Belardi
Jiranek
Torrisi
Sottil
Mesto
Baiocco
Tedesco Gia.
Falsini
Cozza
Di Michele
Stellone
Sicignano
Siviglia
Bovo
Stovini
Abruzzese
Cassetti
Ledesma
Bolano
Tonetto
Chevanton
Bojinov
Allenatore:
Camolese
Allenatore:
Rossi
Sostituzioni:
Dall'Acqua per Stellone (58')
Martinez per Falsini (65')
Leon per Cozza (78')
Sostituzioni:
Konan per Bojinov (66')
Rullo per Bolano (80')
Reti:


Cozza (26') video

Reti:
Bojinov (2') video
Chevanton (4') video

Bojinov (60') video
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Sottil (30')
ammonizione Tedesco Gia.
ammonizione Torrisi
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Abruzzese
ammonizione Bolano
ammonizione Ledesma
ammonizione Siviglia
Arbitro: Rodomonti di Roma
Note:
Al 38' st Belardi ha parato un calcio di rigore di Chevanton.
Cronaca:
Pronti, via, ed 2-0 per il Lecce: al 2' Bojinov si fa trovare libero sul secondo palo dal calcio d'angolo battuto da Chevanton e prolungato da Siviglia; al 4' Chevanton parte in contropiede sulla sinistra e batte Belardi. Dopo la doppia capitolazione, la Reggina si scuote ed inizia ad attaccare, ma Stellone fa rimpiangere l'influenzato Bonazzoli; la vera spina nel fianco della difesa del Lecce Di Michele, e proprio dai suoi piedi parte il cross che Cozza devia in rete al 26'. La partita sembrerebbe riaperta, ma alla mezz'ora l'inarrestabile Bojinov va via a Sottil che lo stende e si becca il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. I calabresi continuano comunque a spingere, ma si rendono pericolosi solo su calci piazzati. Il tema tattico non cambia nella ripresa e il Lecce continua a pungere in contropiede: Bojinov si rende pericoloso al 12', e tre minuti dopo mette a segno il punto che taglia le gambe ai calabresi. Solo Di Michele continua a crederci ancora, e il Lecce ha ormai la partita in pugno; al 37' Chevanton si fa atterrare in area e batte il conseguente calcio di rigore: Belardi neutralizza la conclusione dell'uruguaiano, togliendogli la soddisfazione della doppietta.