Tabellino della partita

25/01/2004, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
18° giornata del Campionato di Serie A 2003/2004
Lecce 0Lazio 1
Sicignano
Siviglia
Bovo
Stovini
Rullo
Cassetti
Bolano
Ledesma
Tonetto
Chevanton
Bojinov
Peruzzi
Oddo
Stam
Mihajlovic
Favalli
Fiore
Giannichedda
Stankovic
Cesar
Corradi
Lopez
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
Mancini
Sostituzioni:
Esposito per Rullo (51')
Giacomazzi per Bolano (77')
Dalmat per Siviglia (80')
Sostituzioni:
Liverani per Fiore (63')
Muzzi per Lopez (81')
Albertini per Cesar (90')
Reti:

Reti:
Cesar (56') video
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Cassetti (59')
ammonizione Cassetti
ammonizione Siviglia
ammonizione Ledesma
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Cesar
ammonizione Giannichedda
ammonizione Corradi
Arbitro: Dondarini di Finale Emilia
Note:
Cronaca:
La Lazio prende subito il controllo del gioco: i romani non sono pericolosissimi ma tengono in mano il pallino e tentano con le conclusioni dalla distanza; il Lecce prova in contropiede, ma Stam esercita uno strapotere fisico su Chevanton e i difensori laziali ricorrono spesso al fallo su Bojinov. Verso il finire della prima frazione il Lecce inizia a spingere con pių continuitā, ma si va negli spogliatoi senza che grosse occasioni da gol siano capitate nč all'una nč all'altra squadra. La ripresa si apre con una grande occasione per i giallorossi: Bojinov supera Mihajlovic e centra per Chevanton, ma l'uruguaiano, con la porta spalancata, non riesce a toccare in maniera pulita. Al 6' Rullo, schierato da Rossi al posto dello squalificato Abruzzese, si infortuna, e il tecnico giallorosso manda in campo il diciottenne Esposito, al debutto in serie A. All'11 la Lazio segna il punto della vittoria: un'incertezza di Stovini dā il via libera a Corradi, questi centra per Cesar che di destro batte Sicignano. Tre minuti dopo, Cassetti, che aveva appena impegnato Peruzzi con un bel colpo di testa, si fa ammonire per proteste; il centrocampista insiste e Dondarini gli mostra il cartellino rosso. Anche in dieci il Lecce continua ad attaccare, mentre la Lazio cerca di gestire il vantaggio. Rossi sostituisce Bolano (che esce piuttosto contrariato) con Giacomazzi e, poco dopo la mezz'ora, gioca la carta della disperazione mandando in campo Dalmat per Siviglia. I giallorossi comunque si rendono pericolosi solo con le punizioni e i velenosi calci d'angolo di Chevanton; i laziali rispondono con i calci piazzati di Mihajlovic. Al 43' la partita potrebbe cambiare: Cesar - in piena area di rigore - colpisce al volto Chevanton, ma il signor Dondarini preferisce lasciar correre e assegnare i tre punti alla Lazio.