Tabellino della partita

21/03/2004, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
26° giornata del Campionato di Serie A 2003/2004
Lecce 1Perugia 2
Sicignano
Siviglia
Silvestri
Stovini
Tonetto
Mariniello
Bolano
Ledesma
Franceschini
Chevanton
Bojinov
Kalac
Ze Maria
Di Loreto
Diamoutene
Fabiano
Do Prado
Codrea
Obodo
Di Francesco
Brienza
Ravanelli
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
Cosmi
Sostituzioni:
Konan per Mariniello (46')
Giacomazzi per Bolano (69')
Dalmat per Bojinov (74')
Sostituzioni:
Bothroyd per Ravanelli (81')
Fusani per Do Prado (91')
Gatti per Brienza (92')
Reti:


Dalmat (86') video
Reti:
Brienza (14') video
Di Loreto (60') video

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Siviglia
ammonizione Tonetto
ammonizione Chevanton
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Codrea
ammonizione Do Prado
Arbitro: Morganti di Ascoli
Note:
terreno di gioco in ottime condizioni; giornata primaverile con temperatura sui 20° C
Cronaca:
Il Lecce non inizia malissimo, anche se si intuisce che la forma fisica della squadra giallorossa non è quella delle precedenti occasioni. Chevanton nei primi minuti tenta di far male su calcio piazzato, ma neanche il bomber è in giornata di grazia. Così, al 14', umbri clamorosamente in vantaggio: su un cross dalla destra Ravanelli tenta il tiro che viene ribattuto, sulla palla non si trova nessun giocatore del Lecce e il giovane Brienza insacca a porta praticamente vuota. Al 18' il Lecce tenta una reazione, ma sul cross dalla destra di Bojinov Chevanton tocca di mano e viene ammonito. Al 22' la reazione dei salentini si fa sempre più veemente: cross basso dalla destra di Mariniello e Chevanton cicca clamorosamente il pallone. Poi Ze Maria spazza e l'azione sfuma. Due minuti dopo, cross dalla sinistra sul quale impatta Bojinov che, di testa, sfiora la traversa.
Nella ripresa la storia non cambia, il Lecce cerca disperatamente il pareggio ma la squadra di Cosmi non dà spazi. Al 55' mischia in area umbra dopo una punizione di Ledesma, ma la difesa perugina salva il vantaggio. Al 60' Brienza conquista un calcio di punizione. Batte Ze Maria teso, respinta di Sicignano e a porta vuota Di Loreto trova fortunosamente il gol del raddoppio. Va tutto male al Lecce, al 63' Silvestri commette fallo su Brienza, viene ammonito e salterà la prossima partita. Al 77' lancio di Siviglia, ma il neo entrato Giacomazzi manda sul fondo. Il Lecce assedia: al 78' passaggio filtrante di Chevanton per Konan che angola bene il tiro, ma si vede respingere la palla da un Kalac in forma strepitosa. All'84' Siviglia lancia Chevanton che, solo davanti la numero 1 bianco-rossa, insacca. Il guardalinee sventola però un giusto fuorigioco (il lancio di Siviglia è toccato inopportunamente da Konan che mette in off-side Chevanton, partito inizialmente in buona posizione) e l'arbitro non convalida la rete. All'86', però, il gol del Lecce è più che buona: cross dalla sinistra e stacco di testa di Wilfried Dalmat che beffa la difesa perugina e riapre il match. E' la prima rete in campionato per il fratello del più famoso Stephan. All'88' Giacomazzi, solo davanti a Kalac, cincischia e fa sfumare un'occasione che ha del clamoroso. Al 93' tiro di sinistro da parte di Konan con palla fuori. Al 96' Giacomazzi tenta di riscattare il gol sbagliato, ma il suo tiro da lontano termina in Curva Nord. Finisce con la seconda vittoria in trasferta del Perugia in campionato, entrambe per 1-2.