Tabellino della partita

12/03/2005, ore 18:00 - Lecce, stadio Via del Mare
28° giornata del Campionato di Serie A 2004/2005
Lecce 2Fiorentina 2
Sicignano
Angelo
Diamoutene
Stovini
Rullo
Cassetti
Ledesma
Dalla Bona
Valdes
Vucinic
Pinardi
Lupatelli
Ujfalusi
Viali
Dainelli
Chiellini
Di Livio
Piangerelli
Obodo
Ariatti
Jorgensen
Miccoli
Allenatore:
Zeman
Allenatore:
Zoff
Sostituzioni:
Giacomazzi per Angelo (75')
Konan per Valdes (86')
Sostituzioni:
Maggio per Viali (46')
Riganò per Di Livio (46')
Fantini per Miccoli (76')
Reti:
Dalla Bona (28') video
Vucinic (30') video


Reti:


Jorgensen (47') video
Maggio (86') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Ledesma (80')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Obodo (9')
ammonizione Ariatti (40')
ammonizione Chiellini (53')
ammonizione Piangerelli (64')
Arbitro: Gabriele di Frosinone
Note:
Terreno di gioco in buone condizioni.
Cronaca:
Il Lecce butta via tre punti che, alla fine del primo tempo, sembravano ormai conquistati. I giallorossi sono travolgenti nella prima frazione: dopo una breve fase di studio - con i viola per lo più chiusi nella loro metà campo (eccezion fatta per una velleitaria staffilata di Ariatti) - salentini in gol. L'arbitro Gabriele assegna una punizione dal limite dell'area per fallo su Vucinic, batte Dalla Bona che di potenza insacca dopo aver colpito il palo. Neanche il tempo di segnare il nome del marcatore che il Lecce raddoppia: lunghissimo e millimetrico lancio di Ledesma, palla che arriva a Vucinic, controllo strepitoso e tiro alle spalle di Lupatelli. La gara sembra chiusa, anche perchè i ragazzi di Zeman divorano l'occasione per il terzo gol (con Vucinic, che a due metri dalla linea di porta calcia fuori tra una selva di gambe). Tuttavia proprio in apertura di ripresa gli ospiti trovano il gol che riapre le speranze. La difesa giallorossa permette a un pallone di superare tutto lo specchio della porta, Jorgensen la fa sua e, con un tiro potente e preciso, infila Sicignano nell'angolino basso alla sua destra. A quattro minuti dalla fine, poi, i viola completano l'immeritata rimonta. L'azione è speculare a quella del primo gol, ma questa volta è il neo entrato Maggio a trovarsi la palla sul destro: gran staffilata che Sicignano devia sul palo interno, ma non evita il gol. La Fiorentina pareggia a Lecce grazie a due tiri in porta.