Tabellino della partita

30/10/2005, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
10° giornata del Campionato di Serie A 2005/2006
Lecce 0Messina 2
Sicignano
Angelo
Pecorari
Stovini
Diamoutene
Delvecchio
Ledesma
Cozzolino
Valdes
Pinardi
Vucinic
Storari
Cristante
Rezaei
Zanchi
Aronica
Giamp
Coppola
Donati
Sculli
Di Napoli
Muslimovic
Allenatore:
Baldini
Allenatore:
Mutti
Sostituzioni:
Rullo per Angelo (51')
Eremenko per Valdes (59')
Konan per Pinardi (67')
Sostituzioni:
D'Agostino per Di Napoli (65')
Zoro per Sculli (89')
Reti:


Reti:
D'Agostino (80')
D'Agostino (83')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Pinardi (36')
ammonizione Stovini (93')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Cristante (56')
ammonizione Coppola (69')
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo
Note:
Giornata mite con temperatura di 21C; minuti di recupero: p.t. 2, s.t. 4; Terreno di gioco in buone condizioni. Squalificati: Iliev, Zampagna (M), Cassetti (L).
Cronaca:
L'inizio del match vibrante. Al 6' grossa occasione per il Messina, che recrimina anche con l'arbitro. Muslimovic tira da fuori, Sicignano respinge sui piedi di Di Napoli che sta per concludere a porta vuota ma scivola. Nel replay si nota il leggerissimo tocco del portiere sul piede d'appoggio dell'attaccante. Per fortuna del Lecce, l'arbitro non se ne accorge. Poco dopo, l'arbitro bergamasco Mazzoleni, adotta lo stesso metro di giudizio per una clamorosa trattenuta in area messinese ai danni di un giocatore salentino. Al 7' ci prova il Lecce sugli sviluppi di un corner, ma il tiro di Ledesma finisce sul fondo. Poco dopo Ledesma lancia Cozzolino, anticipato da Storari che si ferisce anche leggermente. Con il passare dei minuti il Lecce sembra assumere un leggero predominio. Al 16' Valdes chiude un triangolo con Cozzolino, ma il bel rasoterra del cileno parato da Storari. Al 20' ancora Valdes in evidenza, con un tiro di poco a lato. Al 23' il turno di Cozzolino, che in acrobazia sfiora il palo della porta siciliana. Al 26' si vede il Messina con Sculli, anche se l'ex modenese anticipato da Angelo in corner. Sul rovesciamento di fronte, Pinardi si presenta in area, ma non controlla bene e la palla finisce sul fondo. Al 31' Cozzolino si muove bene senza palla, ma non arriva in tempo su un invito di Ledesma. Al 34' il difensore iraniano Rezaei sbaglia e serve Vucinic che, a due passi dalla porta, non riesce a coordinarsi per la battuta vincente.
Come per il primo tempo, inizio di ripresa al cardiopalmo. Al 46' cross di Ledesma per Cozzolino che in rovesciata manca l'aggancio col pallone. Dall'altra parte, Di Napoli guadagna il fondo dalla sinistra, cross verso Muslimovic che impatta di testa, ma spedisce incredibilmente alto. Al 49' traversone di Valdes, colpo di testa di Vucinic che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 50' Messina pericolosissimo con Di Napoli che entra in area, gran botta a superare Sicignano ma non Pecorari che salva sulla linea. Il Lecce risponde al 61' con una punizione di Eremenko ribattuta, palla a Ledesma che dai venticinque metri sfiora l'incrocio dei pali. Con il passare dei minuti la manovra pugliese si fa prevedibile, il Messina chiude tutti gli spazi e gli attaccanti giallorossi non riescono pi a pungere. Cos, all'80', sono i peloritani a trovare il gol: strepitosa azione in contropiede di Sculli e D'Agostino, da poco subentrato a Di Napoli, che piazza la palla sotto l'incrocio dei pali. Subito dopo lo svantaggio il Lecce potrebbe pareggiare, ma il tiro del generosissimo Cozzolino si stampa sulla base del palo. Passano pochi secondi e, all'83', i siciliani vanno al raddoppio: protagonista sempre D'Agostino che piazza un tiro da fuori e trova Sicignano impreparato.