Tabellino della partita

21/12/2011, ore 20:45 - Milano, stadio G. Meazza
1° giornata del Campionato di Serie A 2011/2012
Inter 4Lecce 1
Julio Cesar
Maicon
Lucio
Samuel
Nagatomo
Faraoni
Zanetti
Thiago Motta
Alvarez
Forlan
Pazzini
Gabrieli
Oddo
Tomovic
Ferrario
Cuadrado
Giacomazzi
Obodo
Olivera
Brivio
Muriel Fruto
Di Michele
Allenatore:
Ranieri
Allenatore:
Cosmi
Sostituzioni:
Cambiasso per Faraoni (46')
Milito per Forlan (46')
Obi per Pazzini (72')
Sostituzioni:
Piatti per Olivera (46')
Corvia per Muriel Fruto (54')
Pasquato per Obodo (75')
Reti:

Pazzini (34') video
Milito (49') video
Cambiasso (73') video
Alvarez (81') video
Reti:
Muriel Fruto (20') video




Ammonizioni ed espulsioni:
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Obodo
ammonizione Pasquato
Arbitro: Guida di Torre Annunziata
Note:
Partita da disputarsi il 28/8/2011 ma rimandata, come tutte quella della prima giornata del campionato di Serie A, a causa dello "sciopero" dell'Associazione Calciatori.
Cronaca:
"[...] Il Lecce passa al primo tiro in porta: Obodo pesca Muriel sul filo del fuorigioco, finte su Lucio e Maicon e palla nell’angolino basso. Poi i nerazzurri iniziano a provare a buttar giù la porta intaccando i legni: dà il via Forlan (tiro da fuori con tocco di Gabrieli) segue Pazzini (testa, traversa), insiste Samuel (testa, palo), chiude Forlan (testa e carambola su Oddo). Ad andare oltre alla "sfiga", è un bel segnale, perché queste quattro conclusioni da sole superano il numero di occasioni create nelle ultime uscite della squadra di Ranieri. Infatti subito dopo il quarto palo arriva il pari: corner corto, cross Maicon, e il Pazzo anticipa portiere e difensore sul primo palo. A inizio ripresa ecco il "botto" del Principe, innescato da un gran filtrante di Alvarez: conclusione di prima intenzione, rasoterra, sul portiere in uscita. Un gol alla Milito, quello vero. Poi arrivano le giocate di Nagatomo sulla sinistra a fornire a Cambiasso e a un Alvarez zoppo i gol del definitivo 4-1.
Il Principe era subentrato a Forlan a inizio ripresa: l’uruguaiano verrà molto utile, una volta ritrovata la forma vera. Rientra a prendersi palloni e punta la porta in velocità. E può tirare da ogni posizione. Anche Cambiasso è mossa dell’intervallo: inizialmente tenuto in panchina (prima volta), rileva uno spento e confuso Faraoni. Poi Ranieri toglierà anche Pazzini, e poco dopo si fa male Alvarez: l’Inter gioca praticamente in dieci l’ultimo quarto d’ora. Ricky, finché può muoversi, fa vedere grandi cose: lui e Nagatomo (straripante) favoriscono le transizioni, anche se poi bisogna passare da Maicon per avere cross pericolosi. A far da contraltare al risveglio dell’attacco c’è qualche sofferenza della difesa, meno impermeabile che nel recente passato.
Il Lecce fa paura a Julio Cesar tre volte nella ripresa (doppio Corvia, poi Di Michele), ma nel complesso pare traballare pericolosamente col 3-5-2 cosmiano. C'è parecchio da lavorare, Cuadrado è protagonista di ingenuità enormi, Di Michele sbaglia tantissimi appoggi. [...]" (Valerio Clari - gazzetta.it)