Tabellino della partita

25/09/2011, ore 15:00 - Siena, stadio A. Franchi
5° giornata del Campionato di Serie A 2011/2012
Siena 3Lecce 0
Brkic
Vitiello
Terzi
Rossettini
Rossi
Mannini
D'Agostino
Gazzi
Brienza
Calaiò
Destro
Bertagnoli
Cuadrado
Tomovic
Esposito
Mesbah
Giacomazzi
Obodo
Piatti
Bertolacci
Pasquato
Corvia
Allenatore:
Sannino
Allenatore:
Di Francesco
Sostituzioni:
Vergassola per D'Agostino (71')
Reginaldo per Calaiò (74')
Grossi per Mannino (81')
Sostituzioni:
Di Michele per Bertolacci (53')
Strasser per Pasquato (64')
Ofere per Corvia (70')
Reti:
Destro (6') video
Calaiò (53') video
Calaiò (70') video
Reti:



Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione D'Agostino
ammonizione Destro
Ammonizioni ed espulsioni:
2° ammonizione Esposito (61')
ammonizione Tomovic
ammonizione Esposito
Arbitro: Doveri di Roma 1
Note:
Cronaca:
"[...] Sannino interpreta i tre appuntamenti in una settimana come una "grande": rotazione quasi completa degli uomini a disposizione, con solo quattro "superstiti" dei titolari di Roma. Dalla rotazione spunta Mattia Destro, per la prima volta titolare in questa stagione: andrà più che bene. Di Francesco invece rilancia Bertolacci come rifinitore dietro a Corvia in un 4-2-3-1 che ha Piatti e Pasquato come esterni. Il vantaggio immediato di Destro, che svetta bene di testa sulla solita bella palla da calcio da fermo di D'Agostino, condizionerà tutta la gara. Il Siena a quel punto può concedersi di coprirsi e aspettare, pronto a ripartire grazie ai lanci di D'Agostino e alla fisicità di Destro. Il Lecce prova invece a sfondare grazie all'affollamento in fase avanzata, ma senza trovare alcuno sbocco. Solo Cuadrado e Piatti per un tempo (poi si spengono) fanno vedere qualcosa, mentre il centrocampo bianconeri asfissia Bertolacci e lascia poco spazio a Pasquato, comunque distante anni luce dalle lodi estive in maglia bianconera.
Per tutto il primo tempo Brkic non deve compiere parate complesse, ben protetto da Terzi e Rossettini (quest'ultimo si regala anche licenze da regista arretrato con lanci precisi), all'8' della ripresa il Siena chiude praticamente la partita, con un contropiede nato da un lancio lungo, proseguito con un colpo di testa di Mannini, rifinito da una gran palla di Destro, chiuso da un rasoterra preciso sul secondo palo di Calaiò. Due a zero e (praticamente) tutti a casa: a completare il check-in del Lecce, che torna nel Salento senza bagaglio di punti, ci pensa Esposito, che si fa cacciare con il secondo giallo quando manca ancora mezz'ora alla fine. Il pallonetto di Calaiò da fuori area, sull'uscita di Julio Sergio su Destro, è la ciliegina per il Siena: sorpasso in classifica sui pugliesi, che dovranno lavorare su velocità di esecuzione e automatismi difensivi per lottare al meglio per la salvezza. Il primo scontro diretto è stato perso senza troppe discussioni." (Valerio Clari - www.gazzetta.it)