Tabellino della partita

23/10/2011, ore 12:30 - Lecce, stadio Via del Mare
8° giornata del Campionato di Serie A 2011/2012
Lecce 3Milan 4
Benassi
Oddo
Tomovic
Esposito
Mesbah
Obodo
Strasser
Giacomazzi
Cuadrado
Grossmüller
Corvia
Abbiati
Abate
Nesta
Yepes
Antonini
Ambrosini
Van Bommel
Nocerino
Robinho
Cassano
Ibrahimovic
Allenatore:
Di Francesco
Allenatore:
Allegri
Sostituzioni:
Bertolacci per Grossmüller (59')
Giandonato per Corvia (77')
Ofere per Cuadrado (80')
Sostituzioni:
Aquilani per Ambrosini (46')
Boateng per Robinho (46')
El Shaarawy per Cassano (89')
Reti:
Giacomazzi (4') video
Oddo [rig.] (30') video
Grossmüller (37') video




Reti:



Boateng (49') video
Boateng (55') video
Boateng (63') video
Yepes (83') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Oddo
ammonizione Esposito
ammonizione Corvia
ammonizione Benassi
Ammonizioni ed espulsioni:
Arbitro: Peruzzo di Schio
Note:
Cronaca:
"[...] Pronti, via e il Lecce colpisce subito. Punizione dal vertice dell'area, nessuno si preoccupa di Giacomazzi: comodo colpo di testa, 1-0 al 4'. Il Milan non c'è, in difesa si fa sentire l'assenza di Thiago Silva e i padroni di casa trovano spazi in abbondanza. Al 10' Abbiati deve deviare la conclusione ravvicinata di Obodo, che non finalizza nel modo migliore un contropiede ficcante. Per vedere un'azione rossonera bisogna aspettare il 15': Robinho crea, Ibrahimovic non riesce a concludere da distanza ravvicinata. I campioni d'Italia provano ad alzare il baricentro, ma continuano a soffrire quando il pallone è tra i piedi degli avversari. Al 24' Quadrado spara da 25 metri: mira sbagliata per pochi centimetri. Il raddoppio è rinviato di pochi secondi. Sul corner successivo, Abbiati esce male e perde il pallone: il portiere prova a rimediare ma, secondo l'arbitro Peruzzo, abbatte Corvia. Il contatto è a dir poco dubbio, ma per il direttore di gara è rigore: Oddo, ex di turno, non trema e dal dischetto firma il 2-0 al 30'. La domenica da incubo per il Milan prosegue. Al 37' la percussione di Giacomazzi mette in crisi l'intera retroguardia: Grossmuller, rimesso in gioco dal tocco di Antonini, può beffare Abbiati per l'incredibile 3-0.
Partita chiusa? No, perchè Allegri pesca la carta che rivoluziona il Milan. Entra Boateng e la musica cambia. Il ghanese impiega 18 minuti per raddrizzare da solo la partita. Si presenta al 49' con una 'bastonatá di sinistro in diagonale: palla sotto la traversa, 3-1. Il Lecce commette l'errore di arretrare per gestire la situazione e viene punito. Ancora Boateng, stavolta di destro dal limite: 3-2 al 55'. Il tris personale è servito al 63': rasoterra che Benassi non può fermare, 3-3. I giallorossi sono alle corde, si gioca ad una porta sola. Nocerino sfiora la traversa dal limite, subito dopo Ibrahimovic arriva in ritardo sull'assist millimetrico di Cassano. Il barese fa ancora meglio all'83', quando deposita sulla testa di Yepes la palla per il sorpasso: capocciata vincente, 4-3 e il diavolo completa la rimonta. [...]" http://www.ilsole24ore.com