Tabellino della partita

20/11/2011, ore 20:45 - Roma, stadio Olimpico
12° giornata del Campionato di Serie A 2011/2012
Roma 2Lecce 1
Stekelenburg
Rosi
Kjaer
Heinze
Taddei
Gago
Pjanic
De Rossi
Bojan
Lamela
Osvaldo
Bertagnoli
Oddo
Carrozzieri
Esposito
Tomovic
Strasser
Grossmüller
Cuadrado
Bertolacci
Olivera
Corvia
Allenatore:
Luis Enrique
Allenatore:
Di Francesco
Sostituzioni:
Totti per Bojan (67')
Greco per Pjanica (72')
Perrotta per Rosi (81')
Sostituzioni:
Brivio per Carrozzieri (38')
Obodo per Olivera (67')
Pasquato per Grossmüller (78')
Reti:
Pjanic (25') video
Gago (54') video

Reti:


Bertolacci (61') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Gago
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Strasser
ammonizione Corvia
Arbitro: Brighi di Cesena
Note:
Cronaca:
"[...] Il Lecce dell'ex Di Francesco, ma anche di Corvia, Julio Sergio e Bertolacci, tutti dal passato (e futuro?) romanista, si schiera subito guardingo, puntando tutto sulle veloci ripartenze di Cuadrado e Olivera. Con Gago a dettare i tempi davanti alla difesa e De Rossi mezzala sinistra, la squadra di Luis Enrique mantiene il comando del gioco ma il ritmo è troppo ragionato per mettere in crisi il muro pugliese sulla trequarti. Ci vuole un'intuizione per accendere la gara e al 25' la trova De Rossi: passaggio in profondità a liberare Taddei sulla sinistra, cross rasoterra perfetto per Pjanic che appoggia in rete di sinistro. Il Lecce accusa il colpo e rischia di crollare. Alla mezz'ora Bojan spreca incredibilmente a porta vuota un bell'assist di Lamela, mentre 3' dopo è Osvaldo a sbagliare davanti a Julio Sergio in uscita. Nell'azione si fa male Carrozzieri, costretto a lasciare il posto a Brivio.
In avvio di ripresa Luis Enrique cambia disposizione tattica del centrocampo arretrando De Rossi e spostando Gago sulla destra. L'intuizione si dimostra subito azzeccata perché al 9' l'argentino avanza sulla trequarti e dai venti metri sorprende Julio Sergio con un destro angolato. E' qui che la Roma commette un grave errore di presunzione pensando di aver chiuso la pratica. Nel giro di quattro minuti i giallorossi sprecano tre enormi occasioni con Lamela, Osvaldo e Bojan. Il Lecce ringrazia e colpisce. Al 16' Bertolacci si inserisce nell'area romanista e con un morbido tocco scavalca Stekelenburg riaprendo la gara. Dopo l'ennesimo gol fallito da Bojan, al 22' Luis Enrique cambia: fuori lo spagnolo, dentro Totti. Dopo un diagonale dalla destra di Cuadrado che sfiora il palo, al 30' l'Olimpico esplode per un incredibile gol in rovesciata di Osvaldo. Un gesto tecnico fantastico, annullato ingiustamente per un'errata segnalazione di fuorigioco. La Roma continua a spingere, ma il Lecce è vivo e tiene in ansia i tifosi romanisti fino al fischio finale di Brighi che sa tanto di liberazione." (Daniele Liberati - www.corrieredellosport.it)