Tabellino della partita

06/10/2013, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
6° giornata del Campionato di Serie C1 2013/2014
Lecce 0Barletta 0
Perucchini
Sales
Diniz
Martínez
López
Bellazzini
Amodio
Salvi
Ferreira Pinto
Miccoli
Beretta
Liverani
Romeo
Camilleri
Cane
Di Bella
Pippa
Prutsch
Allegretti
Picci
Cicerelli
D'Errico
Allenatore:
Lerda
Allenatore:
Orlandi
Sostituzioni:
Doumbia per Ferreira Pinto (46')
Nunzella per Sales (63')
Sacilotto per Amodio (82')
Sostituzioni:
Mantovani per D'Errico (73')
Legras per Prutsch (76')
Ilari per Cicerelli (84')
Reti:
Reti:
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Diniz (81')
ammonizione Martínez (84')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Cicerelli (52')
ammonizione Mantovani (79')
ammonizione Picci (88')
Arbitro: Sacchi di Macerata
Note:
Cronaca:
"[...] La gara di ieri è stata a senso unico: da una parte un Lecce, schierato con il 4-4-2 e deciso a far suoi i tre punti in palio; dall’altra, il Barletta, formazione dai contenuti tecnici assai poveri e quindi votata alla difesa ad oltranza con il solo scopo di portare a casa un punticino. E pure con ogni mezzuccio, compreso il solito vizio che contraddistingue le provinciali sempre solite a perdere tempo fin dalle battute iniziali. Se poi in campo c’è un arbitro che permette tutto questo, e il signor Sacchi di Macerata ieri pomeriggio ha tollerato l’atteggiamento ostruzionistico che i biancorossi hanno avuto fino al quarto minuto di recupero della ripresa, allora diventa tutto più difficile per chi è chiamato ad attaccare alla ricerca del gol della vittoria. Di occasioni per conquistare i tre punti il Lecce ne ha create molte, soprattutto nella prima parte del match. Due le chance capitate sui piedi di Fabrizio Miccoli e non sfruttate a dovere intorno alla mezz’ora di gioco; sulla seconda, l’attaccante di San Donato ha chiesto invano l’assegnazione del calcio di rigore ma l’incerto arbitro Sacchi ha lasciato proseguire. Il Lecce un gol l’ha pure segnato (34’) ma sulla stoccata dell’uruguaiano Lopez, ben servito da Beretta, il guardalinee posizionato sotto la Tribuna Est ha segnalato la posizione irregolare del mancino giallorosso. Il bunker barlettano ha superato indenne anche l’occasionissima capitata al 38’ a Bellazzini: sull’assist dell’ottimo Salvi l’esterno offensivo del Lecce ha sparato alto da posizione favorevole. Nuove proteste di Miccoli al 40’ mentre Lerda le prove tutte e inverte gli esterni di centrocampo, Bellazzini a sinistra e lo spento Ferreira Pinto a destra ma il gol non arriva. Così finisce il primo tempo sullo 0-0. Ad inizio ripresa, il tecnico del Lecce intuisce le difficoltà di Ferreira Pinto e dedice di lasciarlo negli spogliatoi, al suo posto entra Doumbia che si rivelerà decisivo. Come era già accaduto nel primo tempo, i giallorossi cercano la manovra avvolgente con le incursioni sulle corsie esterne anche dei difensori, Sales a destra e Lopez a sinistra. Da un traversone di Sales, al 6’, nasce una delle azioni più pericolose del match: Miccoli sorprende la difesa ospite e con un colpo di testa chiama Liverani alla deviazione in corner. La pressione aumenta anche se viene meno la lucidità, sull’ennesimo tiro dalla bandierina (alla fine il Lecce batterà 14 calci d’angolo) di Bellazzini, il solito Lopez svetta su tutti ma il portiere si fa trovare pronto. Il tempo scorre e il gol non arriva, così al 38’ Abdou Doumbia decide di fare tutto da solo e con un gran destro da fuori area colpisce l’incrocio dei pali. È il segno evidente che non è giornata per il Lecce. Finisce 0-0, questa volta il Via del Mare applaude. È un nuovo inizio." (Lino DE LORENZIS - http://www.quotidianodipuglia.it)