Tabellino della partita

13/04/2014, ore 15:00 - Lecce, stadio Via del Mare
32° giornata del Campionato di Serie C1 2013/2014
Lecce 2Frosinone 0
Caglioni
Diniz
Vinetot
Abruzzese
Lˇpez
Amodio
Papini
Barraco
Beretta
Doumbia
Miccoli
Mangiapelo
Ciofani M.
Crivello
Russo
Gaucher
Biasi
Frara
Altobelli
Ciofani D.
Gessa
Curiale
All.: LerdaAll.: Stellone
Eventi:
10' Ammonizione Russo
13' Ammonizione Lˇpez
16' Ammonizione Gessa
20' Sostituzione Sales per Lˇpez
23' Gol Beretta
32' Ammonizione Abruzzese
38' Seconda ammonizione Gessa
50' Ammonizione Beretta
58' Sostituzione Paganini per Altobelli
62' Sostituzione Bogliacino per Beretta
66' Ammonizione Biasi
68' Sostituzione Soddimo per Frara
71' Seconda ammonizione Abruzzese
72' Sostituzione Salvi per Barraco
74' Ammonizione Vinetot
76' Ammonizione Soddimo
80' Gol Bogliacino
81' Sostituzione Viola per Biasi
82' Ammonizione Caglioni
83' Ammonizione Amodio
90' Ammonizione Bogliacino
Arbitro: Ros di Pordenone
Note:
Durante l'intervallo Ŕ stato espulso per proteste l'allenatore del Frosinone, Stellone.
Cronaca:
"[...] Una vittoria maturata grazie all'apporto dei 10 mila tifosi giallorossi sugli spalti, che hanno spinto Miccoli e compagni in un incontro difficile e nervoso: 15 cartellini, di cui due rossi, uno per parte (Gessa e Abruzzese). I tre punti permettono alla squadra di Lerda di mantenersi sola al secondo posto, dietro al Perugia, vittorioso col Pontedera (1 a 0), avanti di uno.
Il gol che sblocca la partita nasce da un'azione pregevole con Miccoli che smarca Doumbia in area pronto al cross teso per la testa di Beretta, bravo a battere Mangiapelo. Al 38esimo il Frosinone rimane in dieci per il doppio giallo mostrato a Gessa (il secondo cartellino arriva dopo una simulazione dell'attaccante laziale in area del Lecce). Quando sembrava fatta per i ragazzi di Lerda, Ŕ arrivata l'ingenuitÓ di Abruzzese che al 71esimo ha sbagliato un controllo a centrocampo facendosi sfilare il pallone da Ciofani. Il centravanti giallobl¨ Ŕ stato atterrato dal difensore salentino prima che s'involasse solo verso Caglioni. Il fallo Ŕ valso il secondo cartellino giallo e l'espulsione. Ma dieci minuti pi¨ tardi Ŕ arrivato il gol della sicurezza, siglato dall'uruguaiano ex Napoli Mariano Bogliacino (al rientro dopo un mese d'infortunio) con un gran tiro da fuori area. Il pallone si Ŕ insaccato dopo aver colpito il palo interno della porta laziale [...]" (Gino Martina - http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it)