Tabellino della partita

02/10/2013, ore 20:30 - Lecce, stadio Via del Mare
Coppa Italia serie C 2013/2014 - Primo turno
Lecce 1Foggia 0
Bleve
D'Ambrosio
Vinetot
Ferrero
Nunzella
Melara
Monaco
Sacilotto
Doumbia
Zigoni
Beretta
Micale
Savarise
Licata
Agnelli
Pambianchi
D'Angelo
Colombaretti
Sicurella
Zizzari
D'Allocco
Leonetti
Allenatore:
Lerda
Allenatore:
Padalino
Sostituzioni:
Salvi per Monaco (46')
Bellazzini per Beretta (66')
Sostituzioni:
Sciannamè per Colombaretti (6')
Agostinone per Sicurella (41')
Cavallaro per D'Allocco (86')
Reti:
Beretta (22') video
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione D'Ambrosio (62')
ammonizione Ferrero (68')
ammonizione Bellazzini (76')
ammonizione Zigoni (80')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Licata (47' p.t.)
ammonizione Micale (80')
Arbitro: Lazzeri di Arezzo
Note:
Cronaca:
"[...] È il Lecce a dettare i tempi, sin dalle prime battute di gioco, con il Foggia che cerca di rimanere coperto e ripartire in contropiede. La prima occasione è per i giallorossi al 3’, con una conclusione di Beretta, ben servito da Zigoni: il tiro è forte ma impreciso e termina a lato della porta difesa da Micale. Il tecnico dei dauni Padalino, ex di turno, si ritrova a dover effettuare la sua prima sostituzione al 5’, con Sciannamè che rileva l’infortunato Colombaretti. Il Lecce cerca di forzare la situazione con scambi veloci, e passa in vantaggio al 22’: perfetto assist di Doumbia per Beretta, che difende il pallone dal disperato tentativo di recupero di Sciannamè e batte il portiere dei rossoneri Micale. Punto sull’orgoglio, il Foggia cerca una reazione, ma il Lecce di Lerda non concede molti spazi e solo al 33’ si registra il primo tiro a rete dei satanelli, con Leonetti che prova a liberarsi in area tra tre difensori leccesi, ma la conclusione non è forte e Bleve può bloccare la sfera a terra senza grossi problemi. Ben più insidioso si rivela, al 42’, un calcio di punizione di Licata, deviato in angolo dal leccese D’Ambrosio. E al 3’ minuto di recupero del primo tempo, il Lecce sfiora il raddoppio con un calcio di punizione di Sacilotto: gran tiro e sfera a fil di palo. In avvio di ripresa si registra una maggiore intraprendenza da parte del Foggia, che sfiora il pareggio già al 3’: Agnelli colpisce un clamoroso palo, Bleve cerca una goffa ribattuta, irrompe Zizzari che riesce nell’ «>impresa» di tirare fuori con la porta leccese praticamente sguarnita. Sette minuti dopo, al 10’, è ancora Agnelli a cercare la conclusione da fuori area, ma Bleve è ben piazzato e può intervenire. Il Foggia non ci sta a perdere, ma il Lecce controlla con sufficiente ordine. Al 31’, Agnelli, tra i migliori nelle fila dei dauni, crossa dalla destra per Leonetti, ma la conclusione di quest’ultimo non sorprende il portiere dei salentini Bleve. L’impegno, da una parte e dall’altra, non manca, ma il risultato non cambia, nonostante l’ultimo tentativo di Cavallaro, al 92’, con un colpo di testa che termina alto." (Arcangelo De Luca - Corriere del Mezzogiorno)