Tabellino della partita

23/11/2014, ore 14:30 - Benevento, stadio Ciro Vigorito
14° giornata del Campionato di Serie C1 2014/2015
Benevento 1Lecce 2
Pane
Padella
Pezzi
Agyei
Lucioni
Scognamiglio
Campagnacci
Vitiello
Eusepi
Alfageme
Marotta
Caglioni
Mannini
Martínez
Abruzzese
López
Salvi
Gomes Ribeiro
Papini
Carrozza
Moscardelli
Doumbia
Allenatore:
Brini
Allenatore:
Lerda
Sostituzioni:
Mazzeo per Vitiello (36')
Kanoute per Kanoute (77')
Sostituzioni:
Della Rocca per Moscardelli (67')
Vinetot per Papini (83')
Lepore per Salvi (86')
Reti:


Padella (80') video
Reti:
Salvi (11') video
Abruzzese (17') video

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Scognamiglio (28')
ammonizione Marotta (52')
ammonizione Padella (53')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Doumbia (45')
ammonizione Gomes Ribeiro (56')
ammonizione Caglioni (62')
2° ammonizione Gomes Ribeiro (89')
Arbitro: Baroni di Firenze
Note:
Cronaca:
"[...] Lerda sceglie il 4-3-3 con Carrozza, Moscardelli e Doumbia a comporre il tridente offensivo. Solo panchina per Miccoli, niente da fare, invece, per Sacilotto che si accomoda in tribuna. Alla prima occasione utile, dopo undici minuti di gioco, il Lecce passa in vantaggio grazie ad un gol di Salvi dalla lunga distanza. Il centrocampista pugliese, riceve la sfera controlla e indistrurbato fa partire una conclusione su cui è disattento Pane con la sfera che si insacca alle sue spalle. Al 15' ancora ospiti pericolosi con un tiro, sempre da fuori, di Carrozza che rimbalza di fronte al portiere giallorosso. In questa circostanza, però, Pane è bravo a mandare la sfera in calcio d'angolo. Pochi giri di lancette ed il Lecce trova il raddoppio con Carrozza che crea diversi grattacapi alla difesa locale e fa partire un perfetto traversone sul quale arriva Moscardelli che di testa manda all'incrocio dei pali. La palla, quindi, giunge sui piedi di Abruzzese che, tutto solo davanti la porta, realizza il tap-in vincente. Lo stesso ex difensore del Crotone è, poi, protagonista di un'azione da moviola per un fallo di mano in area di rigore su una rovesciata di Scognamiglio che il direttore di gara non sanziona con il penalty. Al 34', nel prosieguo dell'azione, sulla testa di Scognamiglio giunge un traversone di Pezzi, ma la conclusione è alta oltre la traversa. Due minuti dopo è, invece, il Lecce ad andare vicino alla marcatura con Doumbia che approfitta di un errore di Padella ed in velocità supera la difesa sannita; giunto al limte dell'area di rigore tenta di sorprendere Pane con un destro a giro che viene deviato dal portiere campano. Fabio Brini, quindi, decide di passare ad un modulo più offensivo inserendo Mazzeo in luogo di Vitiello, con l'ex Perugia che viene schierato dietro le punte con il centrocampo a tre. Nella ripresa, la prima occasione capita sui piedi di Marotta che, però, non sfrutta al meglio il traversone di Padella. Al 9' è, però, il Lecce ad andare vicino al tris con Moscardelli il quale si trova tutto solo davanti a Pane; l'ex bomber del Bologna tenta di superarlo con un pallonetto, ma il portiere in uscita riesce a deviare. Al 25' il nuovo entrato Della Rocca per il Lecce colpisce al volo su un traversone di Lopez, ma non trova la porta. Fa, quindi, il suo ingresso Kanoute per Agyei con una squadra sempre più votata all'attacco alla ricerca del gol che possa riaprire il match. Marcatura che giunge al 34' con Padella che di testa sfrutta al meglio un traversone di Campagnacci. Gli stregoni, così, alzano ancora di più il ritmo. Al 43' gli ospiti restano in dieci a causa dell'espulsione, per doppia ammonizione, di Filipe Gomes. La difesa dei salentini, però, regge all'impatto ed alla fine il risultato non cambierà più." (Luca Pietronigro - http://gazzettabenevento.it)