Tabellino della partita

15/03/2015, ore 12:30 - Cosenza, stadio San Vito
30° giornata del Campionato di Serie C1 2014/2015
Cosenza 1Lecce 0
Ravaglia
Corsi
Ciancio
Arrigoni
Tedeschi
Carrieri
Criaco
Caccetta
De Angelis
Calderini
Statella
Caglioni
Diniz
Vinetot
Abruzzese
López
Mannini
Gomes Ribeiro
Papini
Embalo
Moscardelli
Manconi
Allenatore:
Roselli
Allenatore:
Bollini
Sostituzioni:
Zanini per Criaco (70')
Fornito per Statella (76')
Tortolano per Calderini (86')
Sostituzioni:
Gustavo per Manconi (46')
Salvi per Gomes Ribeiro (56')
Miccoli per Vinetot (74')
Reti:
Calderini (10') video
Reti:

Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione De Angelis (71')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Vinetot (62')
Eventi:
Arbitro: Tardino di Milano
Note:
Cronaca:
"[...] Roselli manda in campo la formazione tipo, ma ancora una volta cambia la coppia d’attacco: quindi tra i pali è Ravaglia, che festeggia – insieme a Tedeschi – la presenza numero 200 tra i professionisti; in difesa, da destra a sinistra, Corsi, Carrieri, Tedeschi, Ciancio; a centrocampo, nello stesso ordine, Criaco, Caccetta, Arrigoni, Statella; in avanti Calderini e De Angelis.
Dopo 2' di gioco il Lecce ci prova da calcio piazzato ma il colpo di testa di Lopez è tra le braccia di Ravaglia, che accoglie anche il tentativo dalla distanza di Moscardelli un minuto più tardi. Al minuto 10 Calderini fa il Maradona: prende palla a centrocampo, cambia passo, salta la difesa avversaria in toto e batte Caglioni con un diagonale perfetto, portando i Lupi in vantaggio. Al 17' Lecce vicino al pareggio con un colpo di testa di Abruzzese su cui Ravaglia si supera, compiendo un miracolo che ha del meraviglioso; al 25' è Embalo, dopo un’azione convulsa, a provare il tiro, ma il pallone esce di poco a lato.
La prima occasione netta dalla ripresa è allo scoccare del 14', quando Mannini, innescato da sponda di Vagenin, manda la sfera fuori da ottima posizione. Il Cosenza regge bene e Bollini è costretto a mettere in campo Miccoli, mettendo la trazione ultra offensiva e andando vicino al pari con un bel tiro ad incrociare di Embalo bloccato da Ravaglia, che neutralizza anche un tiro ben preparato dall’ex capitano del Palermo allo scadere degli incredibili 6 minuti di recupero concessi dalla terna arbitrale [...]" (Francesco La Luna - www.ottoetrenta.it)