Tabellino della partita

28/03/2015, ore 16:00 - Catanzaro, stadio Stadio Comunale
32° giornata del Campionato di Serie C1 2014/2015
Catanzaro 2Lecce 1
Bindi
Daffara
Squillace
Giandonato
Rigione
Ghosheh
Mancuso
Zappacosta
Razziti
Bernardo
Ilari
Caglioni
Beduschi
Diniz
Vinetot
López
Gomes Ribeiro
Salvi
Mannini
Miccoli
Lepore
Moscardelli
Allenatore:
D'Urso
Allenatore:
Bollini
Sostituzioni:
Giampà per Ilari (69')
Badara per Giandonato (79')
Mounard per Bernardo (80')
Sostituzioni:
Embalo per Gomes Ribeiro (46')
Doumbia per Miccoli (55')
Gustavo per Beduschi (78')
Reti:
Razzitti (5') video
Mancuso (72') video

Reti:


Lepore [rig.] (86') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Razzitti (86')
ammonizione Rigione (90')
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Beduschi (8')
espulsione Moscardelli (9')
ammonizione Diniz (38')
ammonizione Mannini (81')
2° ammonizione Mannini (83')
espulsione Lepore (88')
Arbitro: Lanza di Nichelino
Note:
All'11' espulso il calciatore leccese Di Chiara, dalla panchina, per proteste.
Cronaca:
"[...] Parte bene il Catanzaro che già dopo 7' passa in vantaggio grazie al colpo di testa di Razzitti sul cross da corner di Squillace. Poi, all'11', la follia di Moscardelli sembra spianare la strada ai padroni di casa: la sua gomitata in faccia a Ghosheh è troppo evidente per non essere sanzionata e il signor Lanza deve tirare fuori il rosso. Gli animi si surriscaldano, anche Di Chiara viene espulso ma per fortuna del Lecce era solo in panchina. Gli ospiti, nonostante l'inferiorità numerica, spingono e rischiano di trovare il pari prima sugli sviluppi di una punizione con tiro di Lepore che si stampa sulla traversa e poi con la collaborazione della retroguardia di casa con Mannini che non sfrutta il retropassaggio avventato di Mancuso. Il Catanzaro prova a rispondere con Bernardo, ma Caglioni c'è e manda in angolo. È l'ultima azione dell'attaccante catanzarese, che un paio di minuti più tardi si fa male ed è costretto ad uscire. In chiusura di tempo, è ancora il Lecce ad essere pericoloso: Bindi si supera nell'uno contro uno con Miccoli ed evita il pari ospite. Alla ripresa, copione invariato: Lecce con tanta furia alla ricerca del pari, ma con poca lucidità e senza un pizzico di fortuna. Bindi è superlativo a dire di non un paio di volte agli avversari, ma anche la traversa salva, per la seconda volta, il Catanzaro. Al 70' però il Catanzaro, in contropiede, si divora il raddoppio con Mancuso, il cui diagonale esce di poco fuori dallo specchio della porta. Ma l'esterno dei padroni di casa si riscatta tre minuti più tardi, ancora in contropiede. Questa volta il suo tiro è preciso e niente può Caglioni. Il 2-0 subito, inasprisce gli animi degli ospiti che non riescono a reagire se non con la grinta. Forse troppa, perché Mannini prende un altro rosso e lascia in 9 i suoi. Razzitti, però, dopo una gara quasi perfetta, prova a dare - letteralmente - una mano in area agli ospiti e l'arbitro lo sanziona con un rigore per il Lecce e un giallo. Dal dischetto, Lepore trasforma portando il risultato sul 2-1. Una gioia che dura poco però, perché anche lui si fa espellere per una gomitata a Mounard e il Lecce termina in 8 una gara nervosa e imprecisa [...]" (Alessandro Tarantino - www.corrieredellacalabria.it)