Tabellino della partita

10/03/2002, ore 15:00 - Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia
26° giornata del Campionato di Serie A 2001/2002
Atalanta 2Lecce 1
Taibi
Foglio
Carrera
Sala
Falsini
Bellini
Dabo
Zauri
Pinardi
Inacio Pià
Rossini
Chimenti
Juarez
Silvestri
Balleri
Stovini
Conticchio
Ledesma
Tonetto
Colonnello
Giacomazzi
Vugrinec
Allenatore:
Vavassori
Allenatore:
Rossi
Sostituzioni:
Paganin per Inacio Pià (65')
Comandini per Pinardi (70')
Zenoni per Rossini (73')
Sostituzioni:
Cirillo per Colonnello (46')
Chevanton per Balleri (46')
Billy per Giorgetti (85')
Reti:
Rossini (24') video
Pinardi (30') video

Reti:


Cirillo (56') video
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Rossini
ammonizione Dabo
Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Colonnello
ammonizione Juarez
Arbitro: Tombolini di Ancona
Note:
Cronaca:
Parte bene l'Atalanta che pressa costantemente il Lecce nella propria tre quarti. Al 3' tiro di Bellini e palla fuori alla destra di Chimenti. In seguito una combinazione tra Rossini e Inacio Pià viene sventata dall'intervento del difensore giallorosso Silvestri (preferito a Popescu che non si è ancora ripreso dalla lombalgia). Al 15', su corner per il Lecce (il primo della gara per i salentini) battuto da Ledesma, c'è il colpo di testa di Silvestri con palla a lato di poco. Al 24' Atalanta in vantaggio: cross in area di Foglio e colpo di testa in avvitamento dell'attaccante Rossini con palla in rete. Il Lecce non c'è e i bergamaschi ne approfittano: al 30' assist di Inacio Pià per Pinardi che sigla il suo secondo gol consecutivo in campionato per il raddoppio degli orobici. Chimenti devia il tiro del giovane attaccante nerazzurro ma la sfera si infila beffardamente in gol. Il Lecce non reagisce nemmeno al gol del raddoppio atalantino, soltanto nel finale del tempo (tiro di Tonetto respinto miracolosamente da Taibi) i giallorossi abbozzano un difficile tentativo di rimonta. Al 44' Juarez colpisce involontariamente con un calcio l'arbitro Tombolini che deve uscire dal campo e farsi medicare le coscia destra. Nella ripresa i giallorossi iniziano con molta più convinzione anche grazie ai cambi effettuati da Rossi (dentro Cirillo e Chevanton al posto di Colonnello e Balleri). Al 47' tiro dalla grande distanza del difensore salentino Juarez e parata in corner di Taibi. Al 56' la pressione del Lecce (dopo quattro corner consecutivi giallorossi e un tocco di mani molto dubbio di Zauri su testa di Vugrinec) porta finalmente i suoi frutti: tocco in mischia di Cirillo che con un sinistro prepotente accorcia le distanze. Al 70' grande occasione per il Lecce: Vugrinec si trova solo davanti a Taibi che clamorosamente respinge il tiro del croato, l'azione prosegue e Giacomazzi spedisce di poco a lato il cuoio. Al 76' punizione di Vugrinec che finisce, però, fuori. Ultima occasione del match al 92', quando Vugrinec serve Conticchio che da ottima posizione spedisce la palla altissima.