Tabellino della partita

05/10/2002, ore 20:30 - Lecce, stadio Via del Mare
6° giornata del Campionato di Serie B 2002/2003
Lecce 3Venezia 1
Rossi
Bovo
Silvestri
Stovini
Savino
Superbi
Piangerelli
Di Vicino
Giacomazzi
Chevanton
Tonetto
Benussi
Adami
Calori
Orfei
Guerra
Rossi M.
Firmani
Andersson
Amerini
Poggi
Fantini
Allenatore:
Rossi
Allenatore:
-
Sostituzioni:
Konan per Di Vicino (46')
Ledesma per Superbi (58')
Cimirotic per Savino (82')
Sostituzioni:
Paulo Costa per Poggi (71')
Brncic per Rossi M. (72')
Sturba per Andersson (85')
Reti:
Giacomazzi (5') video

Chevanton (84') video
Cimirotic (93') video
Reti:

Rossi M. (44') video


Ammonizioni ed espulsioni:
ammonizione Silvestri
ammonizione Chevanton
Ammonizioni ed espulsioni:
espulsione Firmani (91')
ammonizione Fantini
ammonizione Orfei
ammonizione Calori
Arbitro: Pellegrino di Barcellona P. di G.
Note:
Recupero: 1' p. t., 4' s. t. Partita giocata sotto una fitta pioggia.
Cronaca:
Il Lecce parte forte e cerca immediatamente di imporre il suo gioco offensivo ai lagunari che appaiono piuttosto persi. E bastano soltanto cinque minuti ai salentini per passare in vantaggio: Chevanton prende palla al limite dell'area, appena dentro i sedici metri scivola e la perde, raccoglie la sfera Di Vicino che tenta un primo tiro parato da Benussi e poi crossa per il solitario Giacomazzi che, a porta praticamente vuota, non ha alcuna difficoltà ad insaccare nella porta arancioneroverde. Gli ospiti non riescono a reagire al gol "a freddo" e così, pochi minuti dopo, Chevanton potrebbe raddoppiare con un gran diagonale che sorvola di pochi centimetri la traversa della porta difesa da Benussi. Tuttavia con il passare del tempo i giallorossi sembrano appagati dal gol del vantaggio e il Venezia sa che a questo punto l'impresa del pareggio non è impossibile. I veneti si muovono bene sulle fascie e ripartono dopo le imprecisioni in avanti del Lecce. Al 44' la rete del pareggio degli ospiti: lungo pallone a campanile che arriva nel cuore dell'area salentina, Bovo non interviene permettendo all'ex Maurizio Rossi un comodo tocco. La palla colpisce però il palo della porta difesa da Gegè Rossi ma viene prontamente toccata in rete dall'ex giallorosso. Così, sull'1-1, si chiude il primo tempo. La ripresa si apre come il pirmo tempo, cioè con i giallorossi in avanti che non riescono però a infilare la palla nella porta dei lagunari. I minuti passano e il Venezia, con qualche energia in più in corpo, sembra poter fare un pensierino al "colpaccio" esterno. Tuttavia Chevanton diventa il trascinatore del Lecce proprio sul finale di gara. Prima, al 69', si libera di ben tra avversari con un colpo di tacco, ma poi l'azione sfuma. A una decina di minuti dal termine, invece, servito alla perfezione riesce a farsi parare un tiro solo davanti a Benussi. All'84', però, lo stesso attaccante uruguagio, non fallisce l'opportunità capitata su lancio di Piangerelli e trafigge il portiere veneto con un preciso diagonale. Partita chiusa? Macchè! Al 91' il Venezia crossa dalla destra e Gegè Rossi (contestato dai tifosi del Venezia presenti al "Via del Mare") deve uscire coraggiosamente per evitare che Sturba insacchi comodamente il rocambolesco pareggio. Al 94', infine, c'è ancora tempo per la rete di Cimirotic. Il gol dell'apoteosi arriva dopo uno scambio da manuale tra lo stesso sloveno e Chevanton che crossa precisamente per il compagno che, a porta vuota, infila. Il Lecce batte nettamente il Venezia e vola solo al comando in vista del derby di Bari.